Home arrow Visitare arrow Itinerari Siracusa arrow L'entroterra
L'entroterra PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 

La zona è caratterizzata dal vasto patrimonio culturale di Siracusa (città egemone della Magna Grecia, poi romana, bizantina, araba, normanna, sveva, angioina, spagnola) e, nel suo entroterra, dalle vicende di feudi dove, tra il XVII e XVII secolo, sono nate come colonie agricole le città di Floridia, Canicattini Bagni e S. Paolo Solarino.

FLORIDIA, CANICATTINI BAGNI, SOLARINO
Nate come colonie agricole tra il Seicento e il Settecento, Floridia, Canicattini Bagni e Solarino presentano la struttura regolare delle agrotown feudali di quel periodo. Cresciute rapidamente, nel Novecento si sono arricchite di un liberty minore eclettico - espressione di un crescente ceto medio - protrattosi talvolta fino agli anni ’50.
Floridia si raggiunge percorrendo la statale 124, in direzione Ovest, da Siracusa.
La città, che oggi conta 20.000 abitanti, pur mantenendo una vocazione agricola, ha avuto in questi anni un discreto sviluppo commerciale e artigianale. Interessanti l’impianto urbanistico a maglie regolari e, ancora visibile, la prima casa del vecchio borgo rurale costruita nel 1627.
Solarino è insediato in un luogo che, secondo una tradizione locale, vide la predicazione dell’Apostolo Paolo. Da qui il nome di S. Paolo Solarino dato in origine al paese.
Il cuore del paese è la piazza con il Palazzo Requesens, dimora di campagna dei feudatari che alla metà del 700 fondarono il borgo.
Canicattini Bagni, decoroso centro agricolo, è circondato da una campagna fertile e piena di testimonianze del mondo rurale legato alla vita nei feudi dell’entroterra siracusano e del Val di Noto.
Nel territorio dei tre comuni: sulla strada Floridia-Cassibile, la settecentesca Villa del barone Del Grado, le grotte Chiusazza, Conzo, Monello, Berciata, Spinagallo. Sulla Floridia-Canicattini, la cava Spampanato e una Villa-Museo privata che raccoglie materiali d’interesse etnologico. In direzione Belvedere-Priolo, due necropoli: una in proprietà Midiri, l’altra presso la Cava Rivettazzo. Nelle immediate vicinanze di Canicattini: il Ponte di Alfano (la porta monumentale di una villa feudale del 700).
D’interesse paesaggistico ed archeologico, le contrade Cardinale, Bagni, Petracca, Cavasecca. Una necropoli bizantina e resti di ville romane si trovano in contrada Bagni. Chiese bizantine rupestri in contrada Cugni di Cassero, S. Alfano e Petracca.
Nei pressi di Solarino: case rurali, masserie e frantoi nelle località Balatazza, Maltese, Locozio e Cozzo-Collura. In quest’ultima località: reperti romani, ruderi di una chiesa, un pozzo che si vuole originato da un miracolo di S. Paolo.



Fonte: Carta turistica della Provincia di Siracusa Edizione Ottobre 2002 Azienda Provinciale Turismo Siracusa
 
< Prec.   Pros. >

Partner

Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno

Chi e' online



Siracusaweb Chat

Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum

Abbiamo 139 visitatori nel forum

Bacheca saluti

    Ultime dal Forum