Home arrow Vivere arrow ZTL e Zona Blu arrow Targhe alterne a Siracusa: al vaglio misure più severe
Targhe alterne a Siracusa: al vaglio misure più severe PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 

Smog: il livello delle polveri sottili non si abbassa, l’amministrazione comunale corre ai ripari. L’assessore Midolo soddisfatto per le dichiarazioni del leader dei Verdi Pecoraro Scanio.
STOP alle targhe alterne
Con l'ordinanza del 17 Luglio 2006, il sindaco ha ordinato la sospensione della circolazione a targhe alterne. Consulta la nuova ordinanza O.S.C.S. n. 268/XII Sett./2006

Una "boccata di ossigeno" per l’amministrazione comunale e per la città, in questo momento impegnata a fronteggiare l’emergenza inquinamento, è arrivata dal ministro per l’Ambiente Pecoraro Scanio.
L’assessore all’Ambiente Ciccio Midolo non ha solamente apprezzato i commenti del ministro sulla questione siracusana ma li ha considerati un vero e proprio conforto nell’ambito delle misure sinora prese contro gli alti valori di "Pm10": "Le dichiarazioni di Scanio ci danno grinta e forza per andare avanti in questo momento molto delicato per la nostra città".
I dati registrati sino a ieri, intanto, parlano di un intervallo che va da 90 a 108 microgrammi mentre sono al vaglio altre misure più restrittive per la circolazione. Sono state infatti superate abbondantemente le 36 giornate massime di superamento annuo dei 50 microgrammi previste dalla legge e nulla è cambiato nemmeno dopo la pioggia dei giorni scorsi.
Domani, alle 12, si terrà una riunione tra il sindaco Bufardeci, l’assessore Midolo, un dirigente dell’Arpa, una rappresentante della Provincia, il dirigente del settore Igiene pubblica dell’Asl 8 e due collaboratori del prof. Salvatore Sciacca, direttore dei laboratori di igiene ambientale dell’università di Catania. La struttura catanese è stata incaricata dal Comune di eseguire le analisi sulle polveri, analisi che partiranno da martedì e saranno condotte ogni giorno, con il prelievo di cinque campioni, per un mese.
L’incontro di domani, uno dei più importanti da quando è iniziata l’emergenza polveri, mira a stabilire se e in quali modi è necessario rendere più restrittiva l’ordinanza che sta disciplinando il traffico a targhe alterne.
"Dal canto mio - continua Midolo - proporrò di ripristinare, come nella prima ordinanza, la limitazione a targhe alterne anche per i non residenti nel capoluogo, fatta eccezione per i residenti in altre provincie. Inoltre metterò all’approvazione del tavolo tecnico una revisione degli orari in cui si potrà circolare in base alla targa. L’intervallo che va dalle 16.30 alle 18.30, infatti, non è tra quelli a maggior traffico a fronte di altri in cui è alta la circolazione".
In discussione, infine, ci sarà anche la questione del sabato, ovvero se includere tale giornata nella limitazione.


Articolo di GIORGIO ITALIA
tratto dal quotidiano La Sicilia
(inserto Siracusa e Provincia)
Edizione di Domenica 16 Luglio 2006





 
< Prec.   Pros. >

Partner

Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno

Chi e' online



Siracusaweb Chat

Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum

Abbiamo 19 visitatori nel forum

Bacheca saluti

    Ultime dal Forum