Home arrow Forum

Immagini di Siracusa attuali.

Sezione dedicata alle discussioni su tutto ciò che ritenete bello o vi piace della provincia Siracusa

Moderatori: archimede, Evaluna, acid

Regole del forum
Sezione dedicata alle discussioni su tutto ciò che ritenete bello o vi piace della provincia Siracusa

Si raccomanda di leggere e rispettare il regolamento ufficiale del forum

Immagini di Siracusa attuali.

Messaggiodi antoniorandazzo il 15 feb 2009 17:17

Ragazzi ho partecipato al concorso fotografico comuni italiani candidando alcune foto che vi allego, che ne dite mi votate? L'eventuale premio lo devolverò interamente ad un ente benefico.
Guardate ed ammirate queste due splendide foto del battistero di Santa lucia alla borgata e della chiesa di Sangiovanni alle catacombe.
Sono fortunato si possono specchiare dove non esite l'acqua? A me è capitato
Vi invito a votare le mie foto per il concorso Comuni Italiani cliccando nel link che potete trovare nel mio sito che per comodità allego
E' la prima volta che chiedo qualcosa a qualcuno e spero nella vostra comprensione. Grazie anticipatamente
http://www.antoniorandazzo.it/
Immagine
Immagine
Ultima modifica di antoniorandazzo su 07 apr 2009 04:11, modificato 4 volte in totale.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Invito a giocare per qualcosa di utile.

Messaggiodi antoniorandazzo il 17 feb 2009 08:08

VOTATEMIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!! in un solo giorno 45 voti, vuoi vedere che entro in finale?
http://rete.comuni-italiani.it/foto/2008/100965
Giocando con la mia digitale stamattina ho avuto la fortuna di scattare alcune foto, accorgendomi successivamente, che sono splendide. Con stupore ho constatato di aver catturato il riflesso dei due siti come se ci fosse uno specchio d’acqua. La mia natura bambinesca mi ha suggerito un segno particolare che mi fa pensare di essere uno strumento di qualcosa più grande di me e, quindi, per continuare a giocare, devolverò l'eventuale premio interamente ad un ente benefico, penso all’AIL o a qualcosa nella mia città, ho partecipato al concorso fotografico comuni italiani candidando alcune foto che vi allego. Che ne dite mi votate? Guardate ed ammirate queste due splendide foto del battistero di Santa Lucia alla borgata e della chiesa di San Giovanni alle catacombe.
Sono fortunato si possono specchiare dove non esite l'acqua? A me è capitato
Vi invito a votare le mie foto per il concorso Comuni Italiani cliccando nel link che potete trovare nel mio sito che per comodità allego
E' la prima volta che chiedo qualcosa a qualcuno e spero nella vostra comprensione E NEI SIRACUSANI CHE VOGLIONO PARTECIPARE A DARE. Grazie anticipatamente
http://www.antoniorandazzo.it/
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Re: Invito a giocare per qualcosa di utile.

Messaggiodi antoniorandazzo il 18 feb 2009 13:39

E per facilitarvi il compito ecco il link diretto. Vi raccomando vota Antò vota Antò e insieme faremo qualcosa sottoscritta e partecipata da tutti noi. Grazie
http://rete.comuni-italiani.it/foto/200 ... iorandazzo
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Siracusa chiesa di San Nicolò dei cordari

Messaggiodi antoniorandazzo il 19 feb 2009 08:06

San Nicolò dei cordari gioiello incorniciato dalle verdi fronde
La Basilica di S. Nicolò dei Cordari è una chiesetta dell'XI° sec. d.c., che quale conserva, della sua antica costruzione, il portaletto laterale con sopra lo stemma simbolo dei cordari e l'abside con tre strette finestre. Vi si celebrarono i funerali di Giordano, figlio del conte Ruggero (1903).
La chiesa fu costruita su una piscina romana di forma rettangolare, visibile solo dall'esterno. La piscina (m.20x7), divisa in tre navate da 14 pilastri sui quali poggia parte della chiesa, serviva da serbatoio d'acqua per la pulizia dell'Anfiteatro con il quale comunicava mediante un canale. Le pareti sono caratterizzate da incavi votivi del culto degli Eroi. Nel primo periodo della storia di questo monumento, esso era una parte della latomia. Nel periodo romano fu appunto utilizzato come serbatoio d'acqua, poi trasformato in chiesa ipogeica, presenta alcuni ingrottamenti, ed in uno di questi era una volta possibile intravedere dei dipinti, oggi non più distinguibili. Con ogni probabilità essi erano dei sepolcri di martiri cristiani. Nel periodo normanno, la chiesetta ipogeica fu abbandonata e fu costruita la basilica sovrastante. Nella piscina vi furono sepolti i cadaveri dei cittadini siracusani morti nella carestia del 1672, poi rimossi nel 1809.
Immagine
Ultima modifica di antoniorandazzo su 20 feb 2009 18:31, modificato 2 volte in totale.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Re: Immagini di Siracusa attuali

Messaggiodi Evaluna il 19 feb 2009 14:20

Molto belle le foto, soprattutto S.Lucia alla Badia, S. Giovanni e la Cattedrale. :D Votato :!: :wink:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Re: Immagini di Siracusa attuali. Se vi piacciono Votatele.

Messaggiodi Bodyguard il 19 feb 2009 18:07

Anche io ho dato i voti alle foto che mi sono piaciute di più, ad esempio S. N. ai Cordari. :wink:
Avatar utente
Bodyguard
Guardiamarina
Guardiamarina
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 14 ago 2006
Località: Siracusa

Siracusa chiesa dello Spirito Santo

Messaggiodi antoniorandazzo il 19 feb 2009 18:10

Antica chiesa dello Spirito Santo, edificata durante la dominazione spagnola nell’attuale lungomare di levante, sorge su un antico luogo di culto in sostituzione di una precedente costruzione distrutta dal terremoto del 1693.
Fu progettata da Pompeo Picherali nel 1727 con due ordini sormontati da una trifora e divisi da un imponente cornicione dalla linea spezzata altamente plastica. Tutta la facciata, risolta con bianco luminoso calcare, è un continuo gioco di piani e di sagome definito in ogni nodo strutturale con decorazioni morbide e fantasiose della città
Immagine
Ultima modifica di antoniorandazzo su 20 feb 2009 18:34, modificato 1 volte in totale.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Siracusa-chiesa e convento dei cappuccini

Messaggiodi antoniorandazzo il 20 feb 2009 07:07

La Chiesa e il Convento dei Cappuccini si trovano nello spiazzo denominato Largo delle Latomie, nel quartiere Akradina. La chiesa di stile spagnolesco, dedicata alla Madonna dei Pericoli, fu ultimata nel 1583. Sotto la chiesa furono scavate le catacombe per seppellirvi i cadaveri dei religiosi. Il prospetto della chiesa, contiguo al convento, si affaccia su uno spazio recintato, ricavato dall’antico fossato di protezione, sorto per difendersi dalle incursioni piratesche. Proprio per questo la parte inferiore non recava aperture ed il convento era dotato di ponte levatoio.
Inoltre nel 1604 i frati ottennero l’uso di un cannoncino che fu posto sulla loggia del convento. Col passare dei secoli il fabbricato del convento ha subito molte vicissitudini: è stato adibito a sifilicomio, ad asilo di malati di mente, a stazione dei doganieri ed anche ad osteria.
La facciata è caratterizzata dal portale in pietra locale e dalla lapide con epigramma inneggiante alla Madonna dei Pericoli ed è sormontato dalla meridiana.
Immagine
Ultima modifica di antoniorandazzo su 20 feb 2009 17:09, modificato 1 volte in totale.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Siracusa- chiesa di San Giovanni alle catacombe

Messaggiodi antoniorandazzo il 20 feb 2009 07:14

Ad integrazione del primo post aggiungo la spiegazione.
Edificata attorno al VI° secolo nel luogo dove, secondo la tradizione, fu sepolto il 1° vescovo di Siracusa, Marciano, morto martire sotto Gallieno e Valeriano (metà del III° secolo), la Chiesa di San Giovanni è stata ritenuta per lungo tempo la prima Cattedrale di Siracusa.
Dell'antica basilica, che presenta tre navate suddivise da 12 colonne di tipo dorico, oggi sono visibili solamente i resti del colonnato dalla navata mediana e dell'abside in pietra locale.
La chiesa subì diverse innovazioni in età normanna e venne ulteriormente modificata nel corso del XVII° secolo, con l'inserimento di una nuova struttura che occupò lo spazio delle prime due campate della chiesa preesistente. Danneggiata dal terremoto del 1693, venne restaurata mediante la ricostruzione della facciata e dell'odierno portico con archi ogivali e capitelli decorati, ottenuto con l'utilizzazione di elementi quattrocenteschi. Sul lato Ovest dell'edificio, si notano il bel protale ed il bel rosone trecentesco.
Immagine
Ultima modifica di antoniorandazzo su 20 feb 2009 17:07, modificato 1 volte in totale.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Siracusa- chiesa e sepolcro di Santa Lucia alla borgata

Messaggiodi antoniorandazzo il 20 feb 2009 07:20

Immagine
La Chiesa di Santa Lucia, costruzione del periodo bizantino (VI° secolo), fu innalzata nell'area dove, secondo la tradizione, la Vergine siracusana subì il martirio. Fu riedificata durante il periodo normanno (XII° secolo) di cui conserva le absidi, il portale ed i primi tre ordini del campanile. Riordinata dopo il terremoto del 1693, vi fu aggiunto un portico attribuito a Pompeo Picherali.
L'interno è a tre navate e presenta alcune rielaborazioni di diversi periodi, quali ad esempio il soffitto ligneo con travi dipinte ( XIV° secolo), i pilastri sui capitelli che sostituivano le colonne, e le cantorie attribuite al Vermexio. Dietro l'altare vi era sistemato il famoso quadro del Caravaggio raffigurante il "Seppellimento di Santa Lucia ", dipinto dall'autore in occasione del suo breve soggiorno a Siracusa. Questo quadro è ora conservato al Museo Regionale di Palazzo Bellomo, sito in Ortigia.
Immagine
Cappella del Sepolcro
Adiacente alla chiesa è visibile un battistero a pianta ottagonale, opera del Vermexio (XVII° secolo), detto cappella del Sepolcro.
All'interno si conserva solo il loculo che servì alla sepoltura della santa; il corpo si trova attualmente a Venezia nella chiesa di S. Geremia. Sotto l'altare è posta una statua in marmo della Santa opera di Gregorio Tedeschi (1634).
Tale cappella è aperta solo durante la festività di Santa Lucia, dal 13 al 20 dicembre di ogni anno.
Ultima modifica di antoniorandazzo su 20 feb 2009 17:06, modificato 1 volte in totale.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Siracusa-Duomo e palazzo Arcivescovile

Messaggiodi antoniorandazzo il 20 feb 2009 07:27

Edificato nella parte più alta di Ortigia, il Duomo di Siracusa sorge sui resti dell'antico tempio dorico dedicato ad Athena, fatto costruire nel V° secolo a.c. dal tiranno Gelone. Dell'antico tempio, che contava 14 colonne laterali e 6 frontali, sono ancora visibili alcune colonne del peristilio e parte dello stilobate. Alcuni preziosi reperti del tempio sono custoditi nel Museo archeologico regionale "Paolo Orsi" di Siracusa.
Diverse sono state le trasformazioni del tempio durante i secoli ed i primi cambiamenti, di cui si ha notizia, avvennero nel VII° secolo d.c., quando il vescovo Zosimo lo trasformò in basilica cristiana dedicata alla natività di Maria. Le colonne del peristilio vennero chiuse con una cinta muraria e vennero aperti in ciascun lato della cella degli archi in modo da ottenere una basilica a 3 navate con un nuovo orientamento.
Depredato dei suoi arredi sacri dagli Arabi, il Duomo subì, in epoca normanna, ulteriori trasformazioni con l'innalzamento dei muri della navata centrale e l'apertura di finestre nei muri perimetrali. Durante tale periodo il tempio raggiunse il massimo fulgore e le absidi vennero ricoperte di mosaici.
In seguito al terremoto del 1693 la Cattedrale subì profonde trasformazioni: vennero distrutte le absidi laterali, venne costruito il presbiterio al posto dell'abside centrale e la Cappella del Crocifisso (abbattendo una parte delle colonne doriche), al posto dell'abside meridionale. Ma tra le opere più significative che determinano l'attuale assetto del Duomo vi è la ricostruzione della facciata.
La facciata barocca, interamente distrutta dal terremoto, venne ricostruita tra il 1728 ed il 1753 su disegno dell'architetto trapanese Andrea Palma. Decorano il prospetto principale le statue raffiguranti la Vergine del Piliere (al centro), Santa Lucia (a destra), San Marziano (a sinistra), opere dello scultore palermitano Ignazio Marabitti (1757). Dello stesso Marabitti sono le 2 statue di San Pietro e San Paolo che affinacano la gradinata.
Dal vestibolo pregevolmente abbellito da due colonne tortili ornate, si passa all'interno diviso in tre navate. Quella centrale, coperta da un soffitto ligneo e travature del 1518 e con una pavimentazione della metà del XV° secolo, presenta all'ingresso due acquasantiere in marmo del 1802.
Lungo la navata laterale destra si aprono diverse cappelle. Tra queste da visitare vi è il Battistero , con fonte battesimale costituito da un vaso marmoreo ellenistico adorno di sette leoncini in bronzo del XIII° secolo, e la Cappella di Santa Lucia , costruita nel XVIII° secolo, che ospita un altare decorato da un paliotto argenteo di Decio Furnò (seconda metà del XVIII° secolo) sul quale è posta la nicchia che accoglie il simulacro argenteo di Santa Lucia (Padrona della città), opera del palermitano Pietro Rizzo (1599).
Più avanti vi è la Cappella del Sacramento voluta, nel XVII° secolo, dal vescovo Torres ed attribuita a Giovanni Vermexio. La cappella, a pianta poligonale, presenta una volta a botte con un ciclo di affreschi di Agostino Scilla (1657) e ospita sull'altare un ciborio di Luigi Vanvitelli (1752).
Dal fondo della navata destra si passa alla Cappella del Crocifisso, fatta edificare, a pianta rettangolare, dal vescovo Fortezza sul finire del XVII° secolo.
Uscendo dalla cappella si passa al presbiterio, distinto in due parti: la tribuna ed il coro. L'altare maggiore , di età barocca, attribuito a Giovanni Vermexio, ha per mensa un blocco dell'architrave del tempio, crollato col terremoto del 1693. Sull'altare vi è una tela raffigurante la Natività della Vergine .
Passando poi dalla navata sinistra, attraverso un'apertura che dall'esterno presenta una porta del tardo Rinascimento, si giunge su via Minerva.
Immagine
Le tracce dell’antico palazzo dei Vescovi sono tutt’oggi visibili nel portico e, all’interno, in una piccola cappella, entrambi di fondazione sveva, dalle possenti volte a crociera che ricordano quelle del castello Maniace e del palazzo Bellomo. Il palazzo dovette subire dei rimaneggiamenti in periodo aragonese così come ci lascia intuire la trifora triloba emersa dal paramento murario del secondo cortile. L’attuale struttura fu voluta dal Vescovo Torres nel 1618 su progetto di Andrea Vermexio. Sul timpano della trabeazione si inserisce lo stemma del vescovo. La parte centrale della facciata, incastonata tra paraste, termina in un timpano successivamente inglobato nell’attico costruito nel 1762 su progetto dell’architetto militare Luigi Dumontier. All’interno un vestibolo retto da colonne monolitiche di granito egizio aperto nel 1744, ci introduce ad un secondo cortile, in fondo al quale fa spicco, quasi una quinta teatrale, la Casa degli Esercizi fatta erigere dal vescovo Requesenz nel 1762.
Ultima modifica di antoniorandazzo su 20 feb 2009 17:05, modificato 1 volte in totale.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Re: Immagini di Siracusa attuali. Se vi piacciono Votatele.

Messaggiodi corradom il 20 feb 2009 11:26

Carissimo Antonio, bellissime le foto le ho votato tutte, mi auguro ti votino tutti!
Immagine


corrado
Avatar utente
corradom
Capitano di Corvetta
Capitano di Corvetta
 
Messaggi: 1299
Iscritto il: 13 giu 2006
Località: bologna

Re: Immagini di Siracusa attuali. Se vi piacciono Votatele.

Messaggiodi antoniorandazzo il 20 feb 2009 13:38

corradom ha scritto:Carissimo Antonio, bellissime le foto le ho votato tutte, mi auguro ti votino tutti!

Grazie Corrado sempre attento e disponibile. Grazie. Vuoi vedere che una volta tanto i siracusani finalmente uniti faranno qualcosa di grande gratuitamente e, sopra tutto, mettendo da parte invidie e gelosie varie?
In ogni caso in questa sezione sto postando anche altre foto di tante cose a volte trascurate. Le vedrai man mano che andrò avanti con le foto. Ciao
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Piazza Archimede e fonte di Diana

Messaggiodi antoniorandazzo il 20 feb 2009 16:52

Al centro della piazza spicca la bella fontana di Diana dello scultore piceno Giulio Moschetti del 1906 che narra la leggenda di Aretusa. La ninfa è raffigurata nell’atto di fuggire da Alfeo che, con le braccia protese, cerca di afferrarla. Diana, ieraticamente al centro del gruppo, fa scudo alla giovinetta.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
I palazzi che vi si affacciano riassumono tutta la storia dell'isola, dal Medioevo ai nostri giorni. In senso orario incontriamo il palazzo del Banco di Sicilia, sorto nel 1928 su progetto di Salvatore Caronia, caratterizzato da un portale incorniciato da semi colonne bugnate e da un secondo ordine scandito da paraste ioniche. A Est vi è il palazzo Pupillo (1773 – 1800), con il prospetto leggermente convesso, irregolare rispetto all’asse stradale via Roma – via Dione. Il palazzo della Cassa Centrale di Risparmio V. E. è eretto sull’area dei palazzi Corvaia - già Grimaldi - e Zumbo. Il primo, opera di Giovanni Vermexio del 1628, venne danneggiato, seppure non in modo irreversibile, dall’incursione aerea alleata la notte del 15 Febbraio 1942. Il secondo, che inglobava strutture architettoniche quattrocentesche, fu abbattuto nell’autunno 1957 per far luogo al nuovo edificio progettato da Gaetano Rapisarda. La soluzione porticata del cantonale riprende il modello del distrutto edificio vermexiano. I sei pannelli decorativi in altorilievo sono opera dello scultore Salvo Monica e raffigurano i Mestieri, mentre le sculture in bronzo sono di Biagio Poidomani.
L’incrocio con le vie della Maestranza e Roma è caratterizzato dall’originale cantonale di palazzo Interlandi Pizzuti, sorto sull'area del palazzo Landolina. Segue il palazzo Gargallo di fondazione seicentesca. Deve il suo attuale aspetto, con la ricca decorazione in stucco, ai rimaneggiamenti degli anni 1895 - 1899. A quel periodo risalgono i pregevoli affreschi delle volte, opera di Ernesto Bellandi. Della primitiva forma restano all’interno le strutture delle scuderie. In questo palazzo il 25 settembre 1760 nacque Tommaso Gargallo. Contiguo è il palazzo Lanza – Bucceri – in origine Platamone di cui conserva ancora gli stemmi sui capitelli delle colonnine (D’oro, col monte di cinque cime di nero, movente dalla punta, sormontato da tre conchiglie di rosso, allineate in fascia, ed un giglio del medesimo posto al capo, dichiara impostazione catalana, con una bifora che il vento e la pioggia hanno ricamato. Evidenti sono le manomissioni del prospetto, squarciato dalle grandi aperture nella composta cortina muraria. Nel prospetto l'aquila acefala dal volo spiegato che sporge dal paramento murario, la finestrella strombata e gli archi gotici murati fanno supporre la fondazione sveva del palazzo. All’interno una scala a cielo scoperto con la cornice che segue l’alzata dei gradini, conduce al loggiatino inglobato nelle successive fabbriche, ma ancora sufficientemente leggibile.
Il palazzo della Banca d’Italia (o dell’orologio) - costruzione quattrocentesca, rifatta negli anni ’50 - chiude il quarto lato della piazza. Dall’ampio cancello in ferro battuto possiamo scorgere la scala catalana a cielo scoperto con leone in posizione araldica e la bifora scandita da un’esile colonnina. L’orologio fu collocato nel prospetto il 12 aprile 1882.
Ultima modifica di antoniorandazzo su 20 feb 2009 17:03, modificato 2 volte in totale.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Re: Immagini di Siracusa attuali. Se vi piacciono Votatele.

Messaggiodi corradom il 20 feb 2009 16:53

Meriti senz'altro il voto unanime della collettività Siracusana,il tuo lavoro di far conoscere le bellezze della nostra Siracusa ti fa onore, e dobbiamo sentirci ONORATI, di avere un artista quale tu sei, le gelosie ed invidie lasciano il tempo che trovano, ricordo una frase del grande LITTARA un suo detto latino recita
Ne me ne ossa mea rivedebit ingrata patria, solo dopo la morte fu riconosciuto il suo genio!
Ti chiedo una spiegazione in merito alla fotografia della chiesa del sepolcro, è stata fatta con uno specchio?
Immagine


corrado
Avatar utente
corradom
Capitano di Corvetta
Capitano di Corvetta
 
Messaggi: 1299
Iscritto il: 13 giu 2006
Località: bologna

Prossimo

Torna a Adoro Siracusa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Partner
Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno
Chi e' online
Abbiamo 2 visitatori online

Siracusaweb Chat
Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum
Abbiamo 277 visitatori nel forum
Bacheca saluti
Ultime dal Forum
  bacheca saluti pubblicato da c2v il 21-11-2019
  E\' finita la ricreazione? pubblicato da c2v il 01-11-2019
  Scricciolo\'s Personal Topic pubblicato da c2v il 20-06-2019
  Siracusa città: Parchi e zone di verde attrezzate pubblicato da Sabatino il 29-10-2018
  p pubblicato da c2v il 21-10-2018