[phpBB Debug] PHP Notice: in file /viewtopic.php on line 1611: Undefined index: Page
il colore dell'amore : Solidarietà Sociale - 3
 
Home arrow Forum

il colore dell'amore

Gli altri siamo noi. Notizie, iniziative, associazioni, petizioni per il sociale.

Moderatori: archimede, Evaluna, acid

Regole del forum
Gli altri siamo noi. Notizie, iniziative, associazioni, petizioni per il sociale.

Si raccomanda di leggere e rispettare il regolamento ufficiale del forum

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi tarascio nunzio il 31 ago 2008 11:31

I bambini imparano ciò che vivono

I bambini imparano ciò che vivono.

Se un bambino vive nella critica impara a condannare.

Se un bambino vive nell'ostilità impara ad aggredire.

Se un bambino vive nell'ironia impara ad essere timido.

Se un bambino vive nella vergogna impara a sentirsi colpevole.

Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente.

Se un bambino vive nell'incoraggiamento impara ad avere fiducia.

Se un bambino vive nella lealtà impara la giustizia.

Se un bambino vive nella disponibilità impara ad avere una fede.

Se un bambino vive nell'approvazione impara ad accettarsi.

Se un bambino vive nell'accettazione e nell'amicizia impara a trovare l'amore nel mondo.
tarascio nunzio
Clandestino
Clandestino
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 27 gen 2008
Località: siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi tarascio nunzio il 01 set 2008 19:25

il colore dei soldi

Questa mattina sono andato a vedere il mio amico, che ieri sera lo avevo portato in una chiesa in cui il prete, avrebbe dovuto prendersi cura di lui, questa mattina la triste verita, ieri sera il prete, lo a buttato fuori perche senza documenti, a dormito sotto un albero, e sono contento, di averle comprato dei panini ieri sera, cosi non e rimasto a digiuno,anche se ero convinto che il prete lo avrebbe aiutato,insieme ad altri suoi amici, le ho portati al bar, e dopo averle fatto fare colazione, mi sono recato dal prete x avere spiegazioni, mi dici che senza documenti, il comune non versa una lira, e quindi non puo tenerlo con lui,un uomo di chiesa che guarda il denaro, e non l,uomo, ma e storia vecchia,mi sono recato in polizia, e le risposte sono state le stesse, sono clandestini, e la legge non puo fare nulla, possiamo portarlo in centro di accoglienza, ma le posso assicurare che dopo un giorno fuggono, questa e la risposta di un tenente della polizia, le dico e allora cosa dovrei fare, lasciarlo in mezzo alla strada, mi dice che lo devo lasciare dove lo trovato,le dico non e un cane, ma una persona, mi risponde che le leggi non le fa lui, io parlo di amore x il prossimo, e lui mi parla di leggi, il prete mi parla di documenti, e di soldi,ed io con tutta l,amarezza addosso non posso fare altro che dare 50 euro al mio amico, e dirle buona fortuna,cerca di stare attento, mi dice non ti dimentichero, caro amico, le dico,anche io non dimentichero il male che l,uomo puo fare a un suo simile,addio,che Dio possa aiutarti,grazie padre carlo,il tuo dio e il denaro,ma un giorno dovremmo dar conto del nostro operato,

Inviato da: nunzio13
Trackback: 0 - Commenti: 8

permalink - segnala ad un amico

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/NUNZIO130/trackba ... sg=5296699

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

Inviato da silvia.ca_1956 il 27/08/08 @ 12:32 via WEB
il problemaè , che invece un mafioso che per l'italia è legale. perchè ha i documenti, ha tutto, assistenza sanitaria, e anche la benedizione del prete.
(Rispondi)

Inviato da nunzio13 il 27/08/08 @ 18:15 via WEB
che schifo il nostro mondo,mi chiedo con quale faccia ci chiamiamo cristiani,societa del ************,scusami silvia,ma SE E VERO CHE SIAMO TUTTI UGUALI,PERCHE SONO SEMPRE I POVERI CHE DEVONO PAGARE ,
(Rispondi)

Inviato da Anonimo il 28/08/08 @ 00:18 via WEB
Qui da noi a Palermo c'è un centro accoglienza gestito da un francescano che si chiama Biagio Conte.Biagio è figlio di una ricca famiglia palermitana,come San Francesco ha venduto tutti i suoi averi per aiutare gli atri e si è fato frate!! Gran parte degli ospiti sono stranieri senza casa e senza un soldo,la comunità va avanti con le sole offerte della gente:cibo,vestiti,coperte,materassi,CALORE...AMORE...Biagio Conte non riceve nessun aiuto dal comune o dalla regione.Politicamente,i suoi ospiti sono "Clandestini" da rispedire a casa;a lui non lo ha mai fatto,da anni si occupa di loro dado tutto sestesso...l'ho visto pure camminare scalzo per aiutare un pellegrino!Hai ragione Nunzio,quando dici che anche "I soldi hanno un colore",ma c'è pure gente di chiesa che si annulla per gli altri,divide il tozzo d i pane con un povero cristo.Nel nostro mondo oltre allo schifo c'è pure chi offre la propria vita per aiutare il prossimo!Un abbraccio...Francy (ciskie73)
(Rispondi)

..
Inviato da nunzio13 il 28/08/08 @ 15:18 via WEB
ciao cara amica,sono felice di sentirti,ho sentito di questo francescano,e verro a palermo a trovarlo,grazie un bacio
(Rispondi)

Inviato da pekiO il 30/08/08 @ 21:39 via WEB
ciao Nunzio, è tanto ke nn passavo da te. Qst storia mi ha lasciata alibita!! È uno skifo, nel nostro paese tante cose fan troppo skifo, e in cima alla lista metterei la chiesa tra i primissimi posti. Sn più ladri i preti ke alcune persone kiuse in gabbia. Qnd ero piccola un prete provò ad allungare le mani..ma gli feci capire immediatamente ke aveva bussato alla palazzina sbagliata!
(Rispondi)

..
Inviato da pekiO il 30/08/08 @ 21:50 via WEB
te hai fatto anke troppo x quell'uomo, nel senso ke nonostante i tuoi casini, ti fai carico di uno sconosciuto in difficoltà. Mentre ki ha competenza nel settore, se ne lava le mani o fanno il solito scarica barile. Siam tt figli di Dio, qst è ciò ke dice la famosa chiesa, ce lo incurcano in testa già in dottrina, e poi veniamo messi avanti a qst episodi deplorevoli..
(Rispondi)

..
..
Inviato da pekiO il 30/08/08 @ 21:58 via WEB
..ke un uomo se pur buono, sia un tossicodipendente, un clandestino, un ex galeotto (magari finito dentro x un pezzo di formaggio), o una donna ke fa o ha fatto "la vita", x GLI ALTRI nn sarà mai uno di loro da aiutare e reinserire in qst società del c...., ma un diverso da allontanare, evitare, rinkiudere o semplicemente condannare.
(Rispondi)

Inviato da pekiO il 30/08/08 @ 22:05 via WEB
A quel povero cristo, nn è stato negato solo un pezzo di pane e una coperta, ma gli è stato negato anke un sorriso. La gioia di avere sempre un sorriso da regalare a qualcuno ke nn se lo può permettere, è una caratteristica ke poke persone hanno! Il sorriso apre le porte della vita. Ti abbraccio Nunzio, 6 un grande. peki
(Rispondi)


Nuovo commento
tarascio nunzio
Clandestino
Clandestino
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 27 gen 2008
Località: siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi antoniorandazzo il 02 set 2008 04:46

Non ho ancora capito bene quali siano le finalità di questo topic.
Distruggere tutto quello che la Parrocchia di Bosco Minniti, nella persona del parroco Carlo D'Antoni e della comunità ha saputo costruire nel tempo o farci conoscere che il mondo è una fognatura per mancanza di valori etici?
Non ho conoscenza diretta dell'episodio riferito da Nunzio, anche perchè non è mio compito indagare, quindi mi astengo dall'esprimere giudizi o opinioni e interloquisco sul generale.
Sono anni che nella canonica e in tutti gli angoli della chiesa vengono ospitate persone di ogni genere con dedizione e sacrifici di volontari che cucinano e assistono senza alcuno scopo di lucro.
Di tanto in tanto la prefettura, il comune o la provincia, hanno elargito saltuarie prestazioni in denaro mentre il resto è stato realizzato con la buona volontà e la generosità di tante persone, praticanti e no.
Nel tempo vi sono stati ospiti migliaia di immigrati extracomunitari ma anche comunitari di ogni genere sempre trattati come fratelli dai più, mentre i benpensanti hanno scagliato invettive contro la parrocchia tutta e il parroco in particolare.
Sono giornalieri i lanci di pietre, limoni e cose varie contro i muri esterni e interni e nel giardino posteriore da vandali anonimi che non vorrebbero che fossero accolti "negri" nella chiesa.
Alla data odierna vi sono ospitati 24 extracomunitari, che dormono, mangiano e bevono alla salute di chi li assiste.
Anche contravvenendo alle norme di legge il sacerdote ed altri hanno sempre provveduto a far regolarizzare gli irregolari, ospitando anche detenuti affidati dalle autorità.
Sul discorso immigrazione clandestina c'è una speculazione di tanti improvvisati enti, cosidetti benefici, e delle organizzazioni criminali che si arricchiscono a spese di tanti poveri cristi che ricercano libertà pace e lavoro, insieme a tanti delinquenti che lo erano in patria e continuano ad esserlo in Italia.( non è vero che per ogni persona ospitata il parroco riceva un tot) Sono altri enti che percepiscono 30 euro al giorno e ne hanno fatto un affare.( proprio su questo c'è una battaglia in corso ed è stato coinvolto l'alto commissario per i rifugiati che ne discuterà il 10 prossimo a Roma con delegati da tutta l'Italia). Il marcio è in altre parti amici del Forum.
Ciò premesso, invito a riflettere e chiarisco.
A me pare che da una cosa semplice, anche se deplorevole, almeno da come è stata raccontata e presentata, si stia trascendendo.
Criticare l'essenza dell'essere cristiano di una persona non spetta ad altri uomini ma all'Altissimo.
La provocazione che viene dal Vangelo è diretta e personale.
Ogni persona può decidere liberamente se accettare e quindi regolarsi in conseguenza o svicolare e seguire per la sua strada e, peggio ancora, delegare altri a provvedere.
E' avvenuto che un derelitto, uno straniero, bisognevole di assistenza e quant'altro, si è trovato sulla strada di una persona, caritatevole che sollecitato e provocato, ha creduto opportuno intervenire dandogli immediatamente da mangiare.
Benissimo e poi?
Sono stati delegati altri a provvedere alla soluzione di quel caso, nel punto in esame, la caritas o il prete.
Non mi pare corretto criticare l'altro che non ha fatto quello che un buon cristiano è chiamato a fare in prima persona.
Non possiamo farci carico di tutti i mali del mondo ma nella vita di tutti i giorni regolarci come Vangelo e Bibbia insegnano.
Esiste un solo Dio che non è quello che ognuno si crea a sua immagine e somiglianza.
Sono abituato a guardarmi allo specchio e da 68 anni vivo, per quanto è possibile, nel rispetto degli insegnamenti ricevuti e come apprendista cristiano mi sforzo di praticare, non teorizzare.
Noi da che parte stiamo ? oltre a parlare o scrivere cosa facciamo?
Ai Soloni dei post riportati da Nunzio non permetto che si faccia di tutta l'erba un fascio e, quindi l'ignoro, ma suggerisco, di fare un corso di studio, non accellerato, ma ponderato, della Bibbia, muniti di opportune chiavi di lettura.
Ricordo anche un antico proverbio: chi è causa del suo mal pianga se stesso e ribadisco il precedente post: chi non ha peccato scagli la prima pietra. ( ma questo non significa mal comune mezzo gaudio o tirarsi fuori dalla mischia, ma invitarci a fare di più).
Ho scritto di getto cercando di sintetizzare, spero di essere riuscito ad essere chiaro per chi ha orecchie per sentire e occhi per vedere.
Per qualsiasi altra precisazione sono qui a disposizione.
Per intanto "sabbenarica" a tutti
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi Evaluna il 03 set 2008 13:33

La Chiesa non fa niente per i più poveri ?! :roll: Per esperienza diretta posso tranquillamente dire che se in parecchi casi è vero ( burocrati, buoni e cattivi stanno ovunque ) ma anche che... :roll: se si volgesse lo "sguardo" un po più in la degli stereotipi, verso le missioni nei paesi del terzo mondo e/o senza nemmeno andare cosi lontano, verso le parrocchie dei quartieri di periferia... :roll: si avrebbe una visione ben diversa del ruolo, non tanto della Chiesa come istituzione ma del messaggio di carità cristiana portato avanti da "preti-uomini" e non burocrati, soli contro le istituzioni che fanno orecchio da mercante. 8)

Pur con i suoi difetti, cosa ne sarebbe ora della Mazzarona ( quartiere periferico di Siracusa ) senza la testardaggine di Padre Antonio Panzica ( gran rompiscatole :P ma uomo di polso e volontà ), e...Don Pino Puglisi martire di mafia ?! E il prete di Scampia che vive sotto scorta ?! :roll:

Il vero problema è un altro... :roll: l'incapacità degli uomini di scindere ciò che è fatto bene da quello che è fatto male a prescindere dai propri credo ( politica, ideologia, religione, ecc...) personali. 8)

E' giusto ed è un dovere denunciare mancanze e/o abusi ma... :roll: perchè mettere i bastoni fra le ruote a chi, con tante difficoltà, cerca di dare il proprio piccolo apporto per fare del mondo un posto migliore ? Se padre Carlo ( e quelli come lui ), vessato dalle continue critiche, dai danni dei vandali, dal volantinaggio denigratorio ( leggete QUI e indignatevi ) nei suoi confronti, dalle continue dispute con le istituzioni, dall'ignoranza che dilaga oggi più di ieri 8) , ecc... si stancasse e decidesse di mandare tutto a ramengo, chi si occuperebbe delle persone, extracomunitari e non, che oggi sperano grazie al suo ( e a quello dei volontari della parrocchia ) piccolo ma prezioso aiuto ?! 8) Riflettiamoci... 8)

Per "uno" che fa qualcosa di concreto... :roll: lodiamolo e aiutiamolo in tale missione. :wink:



Antonio Randazzo ha scritto:
Di tanto in tanto la prefettura, il comune o la provincia, hanno elargito saltuarie prestazioni in denaro mentre il resto è stato realizzato con la buona volontà e la generosità di tante persone, praticanti e no. (...)

Sul discorso immigrazione clandestina c'è una speculazione di tanti improvvisati enti, cosidetti benefici, e delle organizzazioni criminali che si arricchiscono a spese di tanti poveri cristi che ricercano libertà pace e lavoro, insieme a tanti delinquenti che lo erano in patria e continuano ad esserlo in Italia.( non è vero che per ogni persona ospitata il parroco riceva un tot) Sono altri enti che percepiscono 30 euro al giorno e ne hanno fatto un affare.


Ecco... :roll: questo è quello che da sempre so anche io ma, giustamente, ognuno ha le proprie ragioni e opinioni. :wink:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi tarascio nunzio il 04 set 2008 00:07

HO SOLO DETTO QUELLO CHE HO VISTO,NON FARO MAI DI UN ERBA TUTTO UN FASCIO,MI DISPIACE X TUTTO QUELLO CHE SI E CREATO, MA NON IMPORTA,HO CONOSCIUTO DON VINCENZO SORCE,DON GERMINI,PADRE ARCANGELO,PADRE ARNONE,VINCENZO MUCCIOLI,ECC,ECC,POSSO DIRE CHE TANTI DI LORO SONO PRETI SUL VERO SENSO DELLA PAROLA, ALTTRI UN PO MENO, MA NON VOLEVO OFFENDERE NESSUNO, MA PADRE CARLO MERITA IL MIO RISPETTO X QUELLO CHE FA, MA QUELLA NOTTE, IL MIO CUORE A PIANTO X QUEL POVERO CRISTO,I SUOI OCCHI SONO ANCORA NELLA MIA MENTE,E QUESTO E UN FATTO CHE NESSUN DISCORSO PUO CANCELLARE,CERCAVO OBBIETIVITA,ED HO TROVATO IL NON CONFRONTO,RISPONDENDO AL SIGNOR RANDAZZO,I TOPIC,SONO LE RISPOSTE DI PERSONE CHE ANNO IL DIRITTO DI DIRE LA SUA,X FINIRE COSA NE SAPETE VOI DELLA MAZZARONA,DI VIA CASSIA,DI VIA ALGERI,POSSO DIRE CHE X ANNI HO VISSUTI SU QUELLE STRADE,CASE,INMODIZZIA, MA IO UN PRETE, NON LO MAI VISTO,FORSE VOI PARLATE DEL PACCO DI PASTA,DI UNA BOTTIGLIA DI SALSA,E DI UN PEZZO DI PANE,ANDATE,E POI MI DICE COSA AVETE VISTO IN QUEL PACCO DI PASTA,LASCIATE STARE,HO VISSUTO 20 ANNI IN MEZZO ALLINDIFFERENZA DI PRETI POLITICI,E PERSONE DETTE PERBENE,CHIUDO PERCHE I RICORDI MI RIEMPIANO DI TRISTEZZA.UN SALUTO DI CUORE A TUTTI,ANTONIO RANDAZZO, LASCIA STARE, NON SEMPRE LA VECCHIAIA GENERA SAGGEZZA,HO SEMPRE LOTTATO X QUELLO CHE I MIEI OCCHI ANNO VISTO, MAI X QUELLO CHE LEGGEVO SUI GIORNALI,LE STRADE VANNO PERCORSE, NON SORVOLATE.CHIEDO SCUSA X LA MIA RABBIA, MA SONO SOLO UN UOMO,NON UN SANTO
tarascio nunzio
Clandestino
Clandestino
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 27 gen 2008
Località: siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi Evaluna il 05 set 2008 12:15

Caro Nunzio, volevi il confronto e l'hai avuto. :wink:

Tutti hanno lodato il gesto che hai avuto per una persona in difficoltà e tutti si concorda sul fatto che istituzioni e singoli, facciano poco per il prossimo, poi, hai raccontato un fatto che coinvolge una persona, Padre Carlo, che alcuni di noi conoscono un po più da vicino e semplicemente, ti abbiamo riportato la nostra idea e opinione. Nessuno si è mai sognato di dire o pensare che tu possa aver mentito in merito a quanto sopra, ma semplicemente, ti abbiamo raccontato il "nostro" padre Carlo, confrontando le diverse visioni. :wink: Se lo abbiamo difeso a spada tratta, non è stato per venir contro a te, ma solo perchè conoscendolo... ci è venuto naturale. :roll:

Per quanto riguarda i quartieri periferici ... io ho vissuto alla mazzarona per vent'anni ( e non vedo l'ora di poterci tornare perchè è uno dei quartieri più belli della città ). Ne conosco tutte le realtà e ogni più piccolo angolo e posso dirti che su quasi ogni cm di asfalto o ogni palo della luce, c'è il nome di padre Antonio. Non fraintendere, non sono una che frequenta assiduamente la chiesa, solo che oltre che i difetti, riesco anche a vedere i pregi delle persone. Inoltre, non sottovaluterei il pacco di pasta e di latte ( a parte che si fa di più e oltre ) elargito alle famiglie in difficoltà perchè, anche la più piccola goccia nel mare è utile. :wink:

Ciaooo... :wink:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi antoniorandazzo il 05 set 2008 17:10

TarascioNunzio ha scritto:
RISPONDENDO AL SIGNOR RANDAZZO,I TOPIC,SONO LE RISPOSTE DI PERSONE CHE ANNO IL DIRITTO DI DIRE LA SUA,X FINIRE COSA NE SAPETE VOI DELLA MAZZARONA,DI VIA CASSIA,DI VIA ALGERI,POSSO DIRE CHE X ANNI HO VISSUTI SU QUELLE STRADE,CASE,INMODIZZIA, MA IO UN PRETE, NON LO MAI VISTO,FORSE VOI PARLATE DEL PACCO DI PASTA,DI UNA BOTTIGLIA DI SALSA,E DI UN PEZZO DI PANE,ANDATE,E POI MI DICE COSA AVETE VISTO IN QUEL PACCO DI PASTA,LASCIATE STARE,HO VISSUTO 20 ANNI IN MEZZO ALLINDIFFERENZA DI PRETI POLITICI,E PERSONE DETTE PERBENE,CHIUDO PERCHE I RICORDI MI RIEMPIANO DI TRISTEZZA.UN SALUTO DI CUORE A TUTTI,ANTONIO RANDAZZO, LASCIA STARE, NON SEMPRE LA VECCHIAIA GENERA SAGGEZZA,


Tocca a me rispondere essendo stato chiamato in causa.

TarascioNunzio ha scritto:(RISPONDENDO AL SIGNOR RANDAZZO,I TOPIC,SONO LE RISPOSTE DI PERSONE CHE ANNO IL DIRITTO DI DIRE LA SUA).


1° -Tutti possono e debbono manifestare le proprie idee, DIRETTAMENTE E NON RIPORTATE, quindi invitali a dialogare, se vogliono, direttamente in questo forum aperto a tutti."

TarascioNunzio ha scritto:X FINIRE COSA NE SAPETE VOI DELLA MAZZARONA,DI VIA CASSIA,DI VIA ALGERI,POSSO DIRE CHE X ANNI HO VISSUTI SU QUELLE STRADE,CASE,INMODIZZIA, MA IO UN PRETE, NON LO MAI VISTO,FORSE VOI PARLATE DEL PACCO DI PASTA,DI UNA BOTTIGLIA DI SALSA,E DI UN PEZZO DI PANE,ANDATE,E POI MI DICE COSA AVETE VISTO IN QUEL PACCO DI PASTA,LASCIATE STARE,HO VISSUTO 20 ANNI IN MEZZO ALLINDIFFERENZA DI PRETI POLITICI,E PERSONE DETTE PERBENE,CHIUDO PERCHE I RICORDI MI RIEMPIANO DI TRISTEZZA.UN SALUTO DI CUORE A TUTTI,ANTONIO RANDAZZO, LASCIA STARE, NON SEMPRE LA VECCHIAIA GENERA SAGGEZZA,"


2° - Ma dove e come credi abbia vissuto la mia vita?
Negli anni 40 abbiamo vissuto fame peggiore di quella dell'attuale quartiere Mazzarrona perchè si usciva da una orrenda guerra e noi bambini d'allora, grazie alle nostre famiglie e a Padre D'Asta dell'immacolata, con sacrifici, educazione e forza d'animo siamo riusciti a costruirci un futuro. (erano tempi del piano Marshal, dell'UNRA e delle suore Orsoline e altri benemeriti che ci nutrivano con brodaglie e qualche pagnotta).
Subimmo la "spacchiusaria degli inglesi e siamo sopravvissuti senza gravi danni.Non conoscevamo la carne. L'olio e lo zucchero si comprava a grammi. ecc. ecc.. ecc.
Eravamo in balia dei residuati bellici e, personalmente abitavo in una stanza insieme ai genitori, 4 fratelli ed una sorella.
Tutti in famiglia ci siamo dati sempre da fare per imparare un mestiere e sopravvivere lavorando.
I miei 68 anni sono chiari e limpidi alla luce del sole.
L'esperienza si matura con cadute e rialzate cosa che personalmente ho sempre fatto.
Non ti sembra che basti la vita vissuta costantemente a contatto, a volte dentro, situazioni veramente terribili con gente di ogni risma?
Evito di scrivere l'elenco per non annoiare chi leggerà il presente, però puoi leggere la sintesi della mia storia che qui riporto.

CANTASTORII SARAUSANU
Cuntu ramuri e di picchì
Chista iè a storia vera ri ‘n ppicciottu babbazzu
ca lassò u so paisi pi fami e dibulizza
Scattiò ri Ortigia all' Alpi girannu peri peri
currennu apressu a cui senza sapiri picchì
Fu giustu? A vuiautri sta custioni
Intantu u picciutteddu crireva ‘nta giustizia
pinsannu ri truvalla ‘nto munnu raricata
Crireva crireva crireva
U munnu vuleva sabbari u poviru ntuniuzzu
senza mai fimmarisi a taliari megghiu
Baddasciu iera allura cu l’amici soi
strata a ppo na fari p’ amuri ri campari
Passò voschi ie muntagni ‘n cecca ri picchì
ma iennu iennu nenti potti truvari
Sunnava sunnava sunnava
‘Nto cori aveva aruci u ciauru ra so terra
trimuri mai lassatu ro pinseru riputtatu
Mastriceddu bonu co lignu riscurreva
nenti potti fari ri chiddu ca sapeva
‘Nta tutta a nazioni genti canusciu
ciccannu soluzioni a tanti custioni
Straviatu ‘nto pinseri comu tutti pari
strata nu’ truvava pi putiri siri
Cunfunnutu a menzu a tanti sulignu a menzu a fudda
sa vo fissatu ‘n testa cangiari u munnu pessu
‘Ntrunatu pi com’era iddu ieva a fari
apressu e gnuri iennu senza sapiri picchì
Spirava spirava spirava
‘Nto cori aveva aruci u ciauru ra so terra
trimuri mai lassatu ro pinseru riputtatu
Cu l’occhi ‘nttuppati nenti sapeva picchì nu’ taliava unni puteva iri
Che crucchi unni cariu agneddu a mmenzu e lupi
spacchiusu e temerariu rischiò ri farisi mali
Finutu ri cric a croc a valli ro Passiriu
co rischiu ranniari ‘nto ciumi assatanatu
Ri pannu ieva vistutu sulignu figghiu ri mattri
cretinu fu crirutu ie fossi anticchia ccè
Vaddatu cu simpatia ro Pattri i tutti quanti
novu Robinudd re causi pidduti
Tanta strata fici ca lanterna Dioginea
ma caminannu caminannu nu’ si ritruvò
Disidiratu e ciccatu chiddu ca vuleva
rintra iddu aveva ma nu' nu sapeva
Anchi ri luntanu u ciaru sinteva
picchì stampata aveva a terra rintra o cuori
Chiangeva l’anima so ma nu’ ssarrinneva
e puru a vucca stritta vuci iddu ittava
Cu spuntata spata e bilicu sfasciatu
liggiu libbra ‘nteri e giunnali a mai finiri
Passò iunnati ‘nteri cu cu ciccava pani
cu tanti sciopiranti e poviri scunsulati
‘NtoTicinu tistimoni ra machina abbuccata
‘nto ‘mmaraggiatu ciumi ri ‘n capu sgarrusatu
Cogghiri figghi i mattri ammazzati a Bascapè
cu tanti cumpagneddi ‘nta prima sciuta fora
A prima tumpulata l’appi ri‘na strammata
muggheri accuppiata ro iurici ‘ntrunatu
Fu tanta a raggia avuta ca vuleva cangiari
ma nenti potti fari pi chiddu ca nu’ ccera
Picciotto tra picciotti armatu e ccupaggiatu
i l’una e l’autra patti ri tutti schifiatu
Idei sissantottini manifestaru tanti
contru i soi bisogni iappi a navigari
Chi libirtà vulevunu pistannu chidda ri iddu?
Chi cuppa puteva aviri ri quantu succireva?
Se i liggi ierunu chissi ri Mao differenti
Distrattu num vireva i motti ie tanta fami
cu l’occhi ie u cuori chiusi ieva ieva ieva
‘Nta l’Arnu alluvionatu girò ammaraggiatu
rischiannu veru a morti ro succi ‘nttrappulatu
Sbattennu a ritta ie a manca l’anticu culunnatu
truvò a bona via ri Chiddu accumpagnatu
Nisciù ri ‘ssu scaluni ri turlintana armatu
pamministrari liggi prontu fu mannatu
‘Na fimmina sincera cumpagna iappi allura
cu idda caminò avanzannu ‘nta carrera
Frinatu ‘nta l’idei senza tanta cummvinzioni
girava notti e ionnu pi strati ie valli pessi
Pa longa malatia i peni foru tanti
vosi cu iè ca vosi ripigghiò a chianata
Chiangeva u cori ‘m pena ma nu’ s’arrinneva
iera ‘nsuccumatu ma gridava gridava gridava
spirava spirava spirava.
Pi chiddu ca faceva puttrisinu fu chiamatu
girannu unni ie gghe anchi a patti o scuru
Chiamatu ri cu fu ca u vuleva beni
lassari iappi rittu ri nu’ circari sbbenti
Fieru e scunsulatu ma tistaddu quantu chì
tirò u filagnu susennisi ogni vota
Ruluri ‘nta cuscenza re tanti scuppuluni
‘mpammu re so occhi nu’ visti cosa ccera
Cu lingua e parlantina attravirsò u mari
girannu a manu a manu ni visti cosi totti
‘mpicchiati pi giustizia ‘nteressata assai
marredda ‘mpurigghiata di paroli persi
Abusi ci nnì foru ie sempri s’appillò
facennu custioni cu tanti pirituni
Poi arrivò u ionnu ma nun fu sceltu ri iddu
ca finalmenti visti c’aveva rintra u cori
Sbattennu unni sbattiu o forsi fu dicisu
lassò zzoccu faceva pi fari fari fari
iappi iappi iappi
U trimuri mai lassatu tuttu paru u ripigghiò
u ciauru ro cori ra so terra rispirò
e fu realizzatu chiddu ca vosi iessiri
pinsannu ‘n pusitivu pi viviri filici
Pruvuli e cartucci china a so visazza
cu Diu pi cumpagnu pi l’ultimi sparati
Chista iè a vera storia ro poviru ntuniuzzu
cavaleri senza siri “terruni” Sicilianu
ri tutti fu chiamatu

A rileggere cose costruttive e di speranza.
Ti saluto cordialmente. Antonio Randazzo
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi Evaluna il 05 set 2008 17:39

In definitiva, l'importante è chiarirsi e venirsi incontro no ?! :wink:

Ehm... :roll: scusate l'off topic :P ma vorrei sfatare la falsa credenza che alla Mazzarona ci siano solo realtà disagiate. In realtà, accanto a queste ( in egual misura di altri quartieri cittadini ) ci sono anche altre realtà molto belle. E' un quartiere in crescita, vivibile e per la cronaca... 8) le peggiori cose mi sono accadute al Corso Gelone ( o zone simili ) mentre alla mazzarona mi sono sentita sempre al sicuro. 8) :roll: :wink:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi tarascio nunzio il 06 set 2008 01:29

HO MOLTO RISPETTO X LE PERSONA ANZIANI CHE RACCONTANO LA LORO VITA, MA FORSE QUALCUNO DOVREBBE DIRE CHE I TEMPI SONO DIVERSI,OGGI I NOSTRI FIGLIO VOGLIONO UN LAVORO, E DEI POLITICI CHE SI OCCUPANO DI LORO, E NO DI STORIE CHE SONO ANCHE LORO FUORI TEMA,ANCHE MIA NONNA MI RACCONTAVA LE STORIE DI FAME, E GUERRE,MA NON PER QUESTO NON CAPIVA LE MIE RAGIONI,E I MIEI SENTIMENTI,PRIMA DI MORIRE MI DISSE, SE NOI VECCHI ASCOLTASSIMO DI PIU VOI GIOVANI,E SE VOI GIOVANI ASCOLTASTE DI PIU NOI ANZIANI, AVREMMO TUTTI DA IMPARARE L,UNO DAL ALTRO,QUANTO ERA SAGGIA MIA NONNA,,,,,ANCHE SE NON LO ERA ,MA MI PIACEVA SENTIRMI AMATO,E ASCOLTATO ANCHE SE NON ERA LA MIA VERA NONNA,,,,,,,SE LI CHIAMANO CASE POPOLARE, UN MOTIVO CI DEVE PUR ESSERE,HO SOLO PARLATO DI POVERTA,E NON DI DELINQUENZA QUELLA SI TROVA IN TUTTA SIRACUSA X EVALUNA
tarascio nunzio
Clandestino
Clandestino
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 27 gen 2008
Località: siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi antoniorandazzo il 06 set 2008 03:19

Questo topic sta diventando sterile e distruttivo e vorrei fermarmi ma, non ho mai lasciato qualcosa a metà, quindi, posto e chiudo il mio scrivere.
La saggezza non cade dal cielo ma viene costruita giorno dopo giorno anche con gli insegnamenti degli altri, primi fra tutti genitori e scuola.
Erano altri tempi?
E' vero, ma i pericoli sono quelli di sempre.
Pani e panelli fanu i figghi beddi ( ne ho prese tante, ma tante dai miei genitori che ancora mi bruciano le chiappe).
I pericoli a questo mondo sono tanti e quotidiani, specialmente per i ragazzi che vanno tenuti lontani da cattivi compagni e dai pericoli della strada.
Sta alla famiglia e alla società provvedere alla loro protezione.
Spesso, anzi quasi sempre diamo la colpa agli altri per le cose che ci capitano ed il mondo diventa nostro nemico perchè dimentichiamo che siamo noi con le nostre scelte fondamentali a creare le situazioni, ognuno singolarmente, anche se condizionati dai momenti storici che viviamo,( anche un po di fortuna o sfortuna contribuisce" ma io ci credo poco").
Prima di concludere:
Le scelte fondamentali di ogni persona producono conseguenze. Se io vado allo sbando senza sostentamento, senza lavoro in un paese straniero, il minimo che mi può accadere è che finisco a dormire per strada.
Se in macchina corro a duecento all'ora, prima o poi andrò a sbattere su qualche muro.
Tornando al tema iniziale.
Il buon cristiano, come il samaritano, si ferma e presta assistenza, lo cura, lo sfama, lo accoglie, se può da la canna per pescare e, li finisce il suo compito.
Possiamo discutere fino alla fine dei nostri giorni ma il risultato non cambia.
Il mondo è quello che è e non saremo noi a cambiarlo ma possiamo renderlo più vivibile con i nostri comportamenti quotidiani, con i nostri sogni e, perchè no, con le nostre UTOPIE.
Siamo noi a girare intorno al Sole e non viceversa.
Punto
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi tarascio nunzio il 06 set 2008 17:05

Caro antonio, se io vado a 200km con la macchina, e mi schianto,e solo colpa do una mia scelta,non pensata, ma se tuo nonno, ho mio nonno emigrarono, fu solo un fatto di quella fame, che tu tanto dici di conoscere,non puo mettere in paragone le due cose, chiudo, come dici tu, con il rispetto delle tue idee,e con la consapevolezza, che tutti noi dovremmo fare qualcosa x il nostro prossimo, e delegare alle istituzione,e solo un nostro modo di fare meno possibile x gli altri,forse evaluna a ragione di quella goccia,che anche poca, e sempre meglio che niente,un saluto a tutti voi, e spero che ,la nostra amicizia pur virtuale rimanga tale.
tarascio nunzio
Clandestino
Clandestino
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 27 gen 2008
Località: siracusa

Re: il colore dell'amore

Messaggiodi Evaluna il 10 set 2008 16:58

tarascio nunzio ha scritto:un saluto a tutti voi, e spero che ,la nostra amicizia pur virtuale rimanga tale.


Ma certo. :wink: Il fatto di dissentire in uno o più punti e/o argomenti del forum, non dovrebbe mai ( e non deve 8) ) influenzare in alcun modo i rapporti personali. :wink:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Precedente

Torna a Solidarietà Sociale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Partner
Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno
Chi e' online
Abbiamo un visitatore online

Siracusaweb Chat
Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum
Abbiamo 51 visitatori nel forum
Bacheca saluti
Ultime dal Forum
  bacheca saluti pubblicato da c2v il 21-11-2019
  E\' finita la ricreazione? pubblicato da c2v il 01-11-2019
  Scricciolo\'s Personal Topic pubblicato da c2v il 20-06-2019
  Siracusa città: Parchi e zone di verde attrezzate pubblicato da Sabatino il 29-10-2018
  p pubblicato da c2v il 21-10-2018