Home arrow Forum

17 Febbraio - Giornata mondiale dei Gatti :)

Notizie, petizioni, cronaca, consigli e informazioni: discutiamo qui su tutto ciò riguarda flora e fauna del nostro pianeta.

Moderatori: archimede, Evaluna, acid

Regole del forum
Notizie, petizioni, cronaca, consigli e informazioni: discutiamo qui su tutto ciò riguarda flora e fauna del nostro pianeta.

Si raccomanda di leggere e rispettare il regolamento ufficiale del forum

17 Febbraio - Giornata mondiale dei Gatti :)

Messaggiodi Evaluna il 17 feb 2010 17:04

Da : http://www.italiani.lu/mmp/online/websi ... 21_IT.html


Immagine


17 febbraio, la giornata mondiale del gatto

Dal 1990, il gatto ha la sua festa, che ricorre il 17 febbraio.Sono state le grandi associazioni feline del mondo a scegliere questa data perché il mese di febbraio è dominato da Urano, pianeta degli spiriti liberi e indipendenti, del genio e della sregolatezza, proprio come il gatto.
Il 17, inoltre, fa parte della numerologia legata alla superstizione e alla magia, e l’anagramma di questo numero scritto in romano dà ‘VIXI’… e solo il gatto, che ha sette vite, può dire ‘ho vissuto’ da vivo.

Secondo molti studiosi, il più antico antenato del gatto risale a circa 50 di milioni di anni fa. Al Miacis seguirono l'Hoplophoneus e il Dinictis. Quest'ultimo sviluppò una bocca molto muscolosa con dentatura tipica dei carnivori e la "terza palpebra" tipica dei felini. Nonostante abbiano probabilmente antenati comuni, i gatti si sono evoluti alcuni milioni di anni prima del cane. Il primo animale accostabile ai moderni felini è lo Smilodon, detto anche "gatto con i denti a sciabola", che visse 25 milioni di anni fa. I primi gatti moderni furono il gatto di Martelli, che si è successivamente estinto, ed il gatto di Pallas, da cui hanno origine i felini che oggi abitano le nostre case.


Tra i 900mila ed i 600mila anni fa, le foreste erano popolate dal gatto selvatico europeo (Felis silvestris), che nel corso delle glaciazioni migrò verso anche altre regioni e si ridusse di taglia. Quando i ghiacci si ritirarono, gli esemplari migrati rimasero isolati nei diversi continenti, dando vita a nuove specie come il gatto del deserto ed il gatto selvatico africano (Felis libica) in Africa, o il gatto del deserto cinese ed il gatto della giungla in Asia. Si pensa che sia il gatto africano, più propenso ad avvicinarsi ai centri abitati, il vero progenitore del gatto domestico. Infatti, le sue origini sono state individuate nell'area della valle del Nilo, proprio dove, durante la civiltà dell'Antico Egitto, il gatto comparve per la prima volta "ufficialmente" intergrato nella vita dell'uomo.

I graffiti e le sculture realizzati cinquemila anni fa dimostrano come gli egiziani avessero elevato il gatto a vero e proprio oggetto di culto. Tanto da trasformare le sembianze della dea Bastet, che veniva raffigurata inizialmente come una leonessa e poi con il corpo umano sormontato dalla testa di un gatto. Bastet era la dea del canto, della danza, della fertilità degli uomini e degli animali e dell'amore. Sono numerosissimi i gatti mummificati ritrovati nelle tombe egizie. In genere, quando moriva il gatto di casa, le famiglie si radevano le sopracciglia in segno di lutto ed organizzavano un elaborato rituale funebre. Nell'Antico Egitto chi avesse causato la morte di un gatto, anche accidentale, poteva incorrere nella pena capitale.



Con il Medioevo, la sorte del felino fu tra le peggiori immaginabili. Forse per il suo aspetto misterioso e il suo carattere solitario, venne relegato dalla Chiesa tra gli "animali demoniaci", insieme ai più rari e selvatici serpenti e lupi. Chi aveva un gatto veniva accusato di stregoneria e punito con la tortura o spesso condannato al rogo. Gli animali, quando non finivano tra le fiamme con i padroni, venivano annegati, inchiodati vivi sulle porte delle case.
Nel giro di pochi anni, i gatti rischiarono l'estinzione, lasciando il via libera alla proliferazione dei ratti e delle malattie come la peste. Dopo il 1400 nelle zone rurali, dove l'influenza cattolica era meno presente, il gatto tornò come animale da compagnia.

Con l'Illuminismo rinasce il rispetto per gli animali in generale, e con lo studio delle malattie infettive, il comportamento del gatto, sempre dedito alla pulizia del mantello e dall'aspetto mai sporco, ne hanno fatto un animale particolarmente apprezzato. In alcune regioni d'Europa l'uccisione volontaria di un gatto divenne reato e in alcuni diritti fondiari, di questo periodo, venne addirittura dichiarato utile, se non obbligatorio, possedere un gatto nelle tenute agricole.

Anche Leonardo Da Vinci dedicò molta della sua attenzione al comportamento del gatto, lasciando appunti e disegni. Nel 1871, a Londra si tiene la prima mostra felina e, nel 1935 a Torino, la prima mostra felina italiana.

Pultroppo oggi, gli animali abbandonati ogni anno sono 350mila, di cui 200mila gatti e 150mila cani. Di questi, 150mila muoiono di fame, di sete o a causa di incidenti stradali e quasi 50mila finiscono nei canili o nei laboratori di vivisezione.Oltre a una manciata extra di croccantini, insomma, il regalo migliore per gli amici gatti rimane quello di garantire loro un affetto che non si dissolva davanti al primo problema o alla prima vacanza. Del resto i gatti sono davvero i compagni ideali per i ritmi della famiglia moderna: per i bisogni è sufficiente un po' di sabbietta, la pulizia quotidiana viene svolta autonomamente e in modo estremamente accurato, rumori di ogni genere sono ridotti al minimo e l'innata indipendenza, abbinata a una buona dose di pigrizia, abbatte anche il problema della scarso tempo da trascorrere insieme a loro.(rai.it)


Una carezza e un bacino a tutti i nostri amici gatti... [.bacio.]
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Re: 17 Febbraio - Giornata mondiale dei Gatti :)

Messaggiodi selenella il 19 feb 2010 14:47

scusate il ritardo...
per festeggiare la loro giornata.. una frase celebre

"Le donne e i gatti faranno sempre come pare a loro;
gli uomini e i cani dovrebbero solo rilassarsi ed abituarsi all'idea."
Robert A. Heinlein


"I cani vengono quando li chiami;
i gatti si annotano la chiamata, poi ti faranno sapere..."
Mary Bly


"L'intelligenza del gatto è sottovalutata."
Louis Wain
selenella
Clandestino
Clandestino
 
Messaggi: 95
Iscritto il: 17 giu 2008


Torna a I nostri amici animali e l'ambiente che ci circonda

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Partner
Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno
Chi e' online
Abbiamo un visitatore online

Siracusaweb Chat
Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum
Abbiamo 51 visitatori nel forum
Bacheca saluti
Ultime dal Forum
  bacheca saluti pubblicato da c2v il 21-11-2019
  E\' finita la ricreazione? pubblicato da c2v il 01-11-2019
  Scricciolo\'s Personal Topic pubblicato da c2v il 20-06-2019
  Siracusa città: Parchi e zone di verde attrezzate pubblicato da Sabatino il 29-10-2018
  p pubblicato da c2v il 21-10-2018