[phpBB Debug] PHP Notice: in file /viewtopic.php on line 1611: Undefined index: Page
AMORE....COS'E'? : Off Topic - Di tutto, di più - 4
 
Home arrow Forum

AMORE....COS'E'?

Qui potete discutere di tutto ciò che non rientra negli argomenti precedenti e, in generale, di tutto ciò che vi pare e piace. Libero sfogo alla vostra fantasia...

Moderatori: archimede, Evaluna, acid

Regole del forum
Qui potete discutere di tutto ciò che non rientra negli argomenti precedenti e, in generale, di tutto ciò che vi pare e piace. Libero sfogo alla vostra fantasia...

Si raccomanda di leggere e rispettare il regolamento ufficiale del forum

Messaggiodi Siracusana il 04 ott 2006 21:03

hai proprio ragione evaluna....a noi donne piace sempre ricevere paroline dolci :oops: dette naturalmente col cuore e con amore....
non ha valore dire ti amo e non dimostrare
di amare una persona, quanti si dicono ti amo e poi si tradiscono?
Ce ne sono tanti! :twisted:
Io preferisco che mi sia dimostrato l'amore e non importa se non
mi viene detto ti amo... anzi preferisco sentirmelo dire raramente.
Penso che se venisse detto troppo spesso si perderebbe tutta la magia...
E' chiaro che è bello sentirselo dire ma è più bello sentirsi amati, e ci si può sentire amati anche senza le 2 magiche paroline. contano i fatti :wink: (poi certo se con i fatti c'è anche la parolina ti amo :lol: è ancora meglio :lol: :lol: )

Amare non significa guardarsi negli occhi,
ma guardare insieme verso la stessa meta
.
Immagine
Immagine
Siracusana
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2709
Iscritto il: 27 giu 2006
Località: siracusa

Messaggiodi Aretusea il 04 ott 2006 22:17

"L'amore è quella forza che ti prende e ti trascina e non ha pietà per chi non lo comprende perchè l'unica rassegnazione è soffrire al suo cospetto se non si è corrisposti.;e fa male , male al cuore ma quando è ricambiato è l'acqua santa che ti disseta, che ti sale al cervello e ti fa andare in alto , sopra il cielo , li' dove solo l'amore può arrivare : in Paradiso."
ImmagineImmagine
Immagine
Avatar utente
Aretusea
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2397
Iscritto il: 27 ago 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi archimede il 05 ott 2006 13:54

Evaluna ha scritto:E poi...ammettiamolo...a noi "femminucce" fa sempre piacere sentirsi dire certe cose.[.bacio.]
Ehm... posso testimoniare che anche a noi maschietti piace sentirsi dire certe cose [.imbarazzato.]
Avatar utente
archimede
Site Admin
Site Admin
 
Messaggi: 2585
Iscritto il: 22 dic 2005
Località: Siracusa

Messaggiodi virgilio il 06 ott 2006 14:36

propriop in qst giorni nn so kosa vuol dire ''l'amore kosè??''
Avatar utente
virgilio
Guardiamarina
Guardiamarina
 
Messaggi: 493
Iscritto il: 16 lug 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi blanche il 23 ott 2006 16:11

Prendo spunto da una lezione di pedagogia speciale avuta proprio stamattina all'università....

L'AMORE E' IL CENTRO DEL MONDO...
E' LA FORZA CHE LO MUOVE
ed ...
E' L'UNICA COSA DI CUI L'UOMO HA BISOGNO PER VIVERE DAVVERO!
Immagine
Ultima modifica di blanche su 23 set 2007 11:09, modificato 1 volte in totale.
Avatar utente
blanche
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 4004
Iscritto il: 03 lug 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi acid il 23 ott 2006 17:47

WOW! Mi voglio anche io iscrivere all'Università! :lol: :lol: :wink:
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Messaggiodi Aretusea il 25 ott 2006 12:43

La Storia Dell'amore

Raccontano che un giorno si riunirono in un luogo della terra tutti i sentimenti e le qualità degli uomini.

Quando la noia si fu presentata per la terza volta, la pazzia come sempre un po' folle propose:
"giochiamo a nascondino!". L'interesse alzò un sopracciglio e la curiosità senza potersi
contenere chiese: "a nascondino? di che si tratta?" "é un gioco -spiegò la pazzia - in cui io
mi copro gli occhi e mi metto a contare fino a 1000000 mentre voi vi nascondete, quando avrò
terminato di contare il primo di voi che scopro prenderà il mio posto per continuare il gioco".

L'entusiasmo si mise a ballare, accompagnato dall'euforia. L'allegria fece tanti salti che finì per
convincere il dubbio e persino l'apatia, alla quale non interessava mai niente.... però non tutti
vollero partecipare. La verità preferì non nascondersi. Perché se poi tutti alla fine la scoprono?
La superbia pensò che fosse un gioco molto sciocco (in fondo ciò che le dava fastidio era che
non fosse stata una sua idea) e la codardia preferì non arricchirsi.

"UNO,DUE,TRE..." -cominciò a contare la pazzia. La prima a nascondersi fu la pigrizia che si
lasciò cadere dietro la prima pietra che trovò sul percorso. La fede volò in cielo e l'invidia si
nascose all'ombra del trionfo che con le proprie forze era riuscito a salire sull'albero più alto. La
generosità quasi non riusciva a nascondersi. Ogni posto che trovava le sembrava meraviglioso
per qualcuno dei suoi amici. Che dire di un lago cristallino? Ideale per la bellezza. Le fronde di
un albero? Perfetto per la timidezza. Le ali di una farfalla? Il migliore per la voluttà. Una folata di
vento? Magnifico per la libertà. Così la generosità finì per nascondersi in un raggio di sole.
L'egoismo, al contrario trovò subito un buon nascondiglio, ventilato, confortevole e tutto per sé.
La menzogna si nascose sul fondale degli oceani (non e' vero, si nascose dietro l'arcobaleno!).
La passione e il desiderio al centro dei vulcani. L'oblio....non mi ricordo...dove?

Quando la pazzia arrivò a contare 999999 l'amore non aveva ancora trovato un posto dove
nascondersi poiché li trovava tutti occupati; finché scorse un cespuglio di rose e alla fine decise
di nascondersi tra i suoi fiori. "un milione!" - contò la pazzia. E cominciò a cercare. La prima a
comparire fu la pigrizia, solo a tre passi da una pietra. Poi udì la fede, che stava discutendo con
Dio su questioni di teologia, e sentì vibrare la passione e il desiderio dal fondo dei vulcani. Per
caso trovò l'invidia e poté dedurre dove fosse il trionfo. L'egoismo non riuscì a trovarlo: era
fuggito dal suo nascondiglio essendosi accorto che c'era un nido di vespe. Dopo tanto
camminare, la pazzia ebbe sete e nel raggiungere il lago scoprì la bellezza. Con il dubbio le
risultò ancora più facile, giacché lo trovò seduto su uno steccato senza avere ancora deciso da
che lato nascondersi.

Alla fine trovò un po' tutti: il talento nell'erba fresca, l'angoscia in una grotta buia, la menzogna
dietro l'arcobaleno e infine l'oblio che si era già dimenticato che stava giocando a nascondino.
Solo l'amore non le appariva da nessuna parte. La Pazzia cercò dietro ogni albero, dietro ogni
pietra, sulla cima delle montagne e quando stava per darsi per vinta scorse il cespuglio di rose e
cominciò a muovere i rami. Quando, all'improvviso, si udì un grido di dolore: le spine avevano
ferito gli occhi dell'amore! La pazzia non sapeva più che cosa fare per discolparsi; pianse,
pregò, implorò, domandò perdono e alla fine gli promise che sarebbe diventata la sua guida.

Da allora, da quando per la prima volta si giocò a nascondino sulla terra, l'amore e' cieco e la
pazzia sempre lo accompagna....


ragazzi...è verissimaaa!
ImmagineImmagine
Immagine
Avatar utente
Aretusea
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2397
Iscritto il: 27 ago 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi blanche il 25 ott 2006 13:18

E' davvero carinissima! [.applauso.] Immagine

Mi piacciono queste storielle, ma dove l'hai pescata? Immagine
Ultima modifica di blanche su 23 set 2007 11:09, modificato 1 volte in totale.
Avatar utente
blanche
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 4004
Iscritto il: 03 lug 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi Aretusea il 25 ott 2006 13:24

ho un piccolo repertorio al pc delle cose che mi colpiscono fra i vari siti internet :wink:
ImmagineImmagine
Immagine
Avatar utente
Aretusea
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2397
Iscritto il: 27 ago 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi Aretusea il 25 ott 2006 22:01

proprio 5 minuti fa ho trovato su http://benessere.com/psicologia/coppia/ ... coppia.htm
un decalogo per un buon rapporto di coppia..
ecco i punti importanti:

Dare spazio all’amore:
trovare sempre nell’arco della giornata il tempo e il modo per dire al proprio partner “ti amo”. Può sembrare banale, ma è importantissimo farlo, ovviamente a condizione di sentirlo. Qualsiasi modo va bene (non ci sono limiti alla fantasia): può bastare un fiore, una carezza, un pensiero gentile, una telefonata, una sorpresa o piccole attenzioni, che faranno capire alla persona che amate quanto è importante per voi. Dopotutto è il pensiero che conta!


Essere coerenti:
l’amore va soprattutto dimostrato e non solo dichiarato. Comportarsi in maniera coerente rispetto al punto precedente è una strategia salva rapporto di importanza cruciale se si vuole evitare di creare contraddizioni tra quello che viene detto a parole e ciò che viene comunicato con i fatti e le azioni quotidiane. Attenzione, dire al proprio partner “ti amo” e poi non essere presenti nei momenti importanti e nelle decisioni che contano nella vita di coppia, equivale a mentire spudoratamente

Comunicare in maniera aperta e leale:
in situazioni di divergenza di opinioni, di contrasto e/o di conflitto, è importante confrontarsi serenamente e ascoltare con calma, rispetto ed empatia anche le ragioni e i punti di vista dell’altro senza alcun pregiudizio, e soprattutto con la piena consapevolezza che l’apparente vittoria dell’uno sull’altro equivale in realtà alla sconfitta di entrambi. Se possibile, non lasciar trascorrere più di 24 ore dall’eventuale litigio per cercare di risolvere il problema o di superare al più presto la situazione conflittuale. E’ bene tener presente, inoltre, che i contrasti e i conflitti, peraltro assolutamente normali in una coppia, possono rappresentare un momento di riflessione, di maggiore conoscenza dell’altro, di confronto e, quindi, di crescita e di evoluzione della coppia, ma possono anche trasformarsi, come più spesso facilmente accade per mancanza di intelligenza sociale, in una trappola mortale per il rapporto che rischia di svuotarsi di ogni sentimento e di rimanere soffocato da violenti scontri diretti ad annientare psicologicamente l’altro. Pertanto, quando ci si ritrova in situazioni di esasperato conflitto è importante domandarsi se si vuole costruire un rapporto migliore o si vuole distruggere quello che si è già costruito.

Riconoscere i propri errori:
sembra facile, ma non è da tutti riuscire a farlo perché riconoscere di aver sbagliato richiede umiltà, coraggio e soprattutto intelligenza sociale ed emotiva. Un comportamento socialmente competente ed emotivamente intelligente prevede una strategia infallibile in tre punti: a) riconoscere i propri errori senza mezzi termini; b) scusarsi sinceramente per l’accaduto; c) impegnarsi a non ripetere l’errore commesso. Le coppie che hanno fatto proprio questo fondamentale principio di comunicazione interpersonale, hanno vita lunga, quelle che invece prediligono giochi pericolosi come “la caccia alle streghe”, “nascondersi dietro un dito” e “il gioco al massacro (è tutta colpa tua se…)” hanno i giorni contati, insieme alla certezza di soffrire.

Imparare a perdonare:
l’amore è anche e forse soprattutto capacità di perdonare. Il perdono è un atto d’amore che appartiene alle persone generose di cuore. Chi non sa perdonare, non può dire di saper veramente amare. Ci sono situazioni in cui il perdono, di per sé difficile da concedere, rappresenta l’unica via d’uscita, da pagare a volte a caro prezzo, ma è un investimento pur sempre conveniente se si tratta di vero amore. In caso contrario, negato il perdono, ci si troverà sicuramente pieni di orgoglio, ma allo stesso tempo più vuoti dentro nell’attesa di potersi “leccare” la propria ferita narcisistica.

Rinunciare alla perfezione:
ricordarsi che nessuno è perfetto è una regola d’oro spesso dimenticata che, se puntualmente osservata, può evitare inutili tensioni, ansia da prestazione e stress nella coppia. Se non accettiamo i limiti del nostro partner o non tolleriamo i suoi difetti e le sue imperfezioni, con molta probabilità non lo amiamo abbastanza o forse abbiamo (e il ché è ancora più grave) una visione distorta e infantile dell’amore. Questo potrà generare anche aspri conflitti nella relazione, ma a quel punto conviene interrogarsi sulle ragioni di fondo della propria scelta e darsi delle risposte coerenti. Insomma, pretendere la perfezione nel rapporto di coppia o dal proprio partner equivale a chiedere a un cavallo di volare…non sarà mai capace di farlo! Bisognerebbe, invece, imparare ad accettare i propri limiti e quelli altrui e saper essere soprattutto tolleranti per quello che non ci piace in noi o nella persona con la quale si è deciso di condividere un progetto di vita. Non è sicuramente facile, ma è prova di grande maturità e di buon equilibrio interiore.

Far prevalere il “senso del noi”:
sembra banale dirlo, ma la coppia è composta da due persone con bisogni, motivazioni, obiettivi, interessi, aspettative e desideri diversi; e fino a quando nella coppia prevarranno interessi personali e forme di egoismo, comunque espresse, non si andrà molto lontano sul difficile cammino della crescita emotiva, dell’amore e della felicità. Questo traguardo, che ogni coppia desidera raggiungere, è invece possibile se i partner sono entrambi capaci di creare da subito quel magico “senso del noi” che è un sentimento profondo, basato sulla condivisione di tutto ciò che crea e rinforza un legame affettivo, e che va alimentato costantemente nel tempo.

Alimentare la passione:
significa desiderare l’altro e sentirsi fisicamente, sessualmente e emotivamente attratti dall’altro, ma allo stesso tempo rendersi a propria volta sempre desiderabili e attraenti agli occhi del proprio partner. Insieme all’intimità e all’impegno, la passione è un elemento cardine del rapporto di coppia da cui dipende la stabilità relazionale; e forse è anche l’aspetto più difficile da gestire nel tempo. Molte coppie commettono invece l’errore fatale di dare tutto per scontato sul piano affettivo e quindi si adagiano, cadono nella routine, pensando che ormai non sia più così importante risultare desiderabili e attraenti agli occhi del proprio compagno con il quale magari si convive già da anni.

Creare intimità nella coppia:
la tenuta di una coppia nel tempo è direttamente proporzionale al grado di intimità che i partner riescono a stabilire tra di loro. L’intimità è uno straordinario collante ancora più forte della passione, ma che per funzionare ha bisogno di essere continuamente alimentato attraverso una fiducia reciproca profonda e incondizionata. Solo su queste basi è possibile rivelarsi completamente all’altro, svelare i propri segreti, mettere a nudo le proprie debolezze o paure senza il timore di apparire fragili, vulnerabili o di essere giudicati per le proprie “zone erronee”.


Impegnarsi verso l’altro:
è in assoluto la regola di buon senso più difficile da seguire in un rapporto di coppia. Infatti, l’impegno implica da un lato l’assunzione di responsabilità nei confronti del proprio partner, specificamente legate a tale ruolo, dall’altro la volontà e il desiderio di non deludere mantenendo in qualsiasi situazione un comportamento adeguato che garantisca condizioni di equilibrio emotivo e stabilità nella coppia. Più in particolare, il termine impegno ha una valenza olistica, che abbraccia diverse dimensioni del rapporto, tutte assolutamente importanti, che vanno da quella relazionale, a quella psicologica, affettiva e professionale.


so che c'era tanto da leggere...ma per chi ha letto tutto, cosa ne pensate? :roll:
ImmagineImmagine
Immagine
Avatar utente
Aretusea
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2397
Iscritto il: 27 ago 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi acid il 25 ott 2006 23:23

Mah, non lo so... sono un pò scettico per quanto riguarda decaloghi o regole d'amore.... meglio essere sè stessi, e come va va! :P :wink:
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Messaggiodi Aretusea il 25 ott 2006 23:36

si ovviamente dobbiamo essere noi stessi..sono solo dei consigli per le persone troppo prese dal loro ritmo frenetico che dannoper scontato tutto ciò che gli appartiene..
ImmagineImmagine
Immagine
Avatar utente
Aretusea
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2397
Iscritto il: 27 ago 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi blanche il 26 ott 2006 17:55

La penso come voi: il rapporto deve essere vissuto, ma a volte la vita frenetica di ogni giorno ci fa dimenticare che seguendo alcuni piccoli accorgimenti... il rapporto non può che migliorare :D
Ultima modifica di blanche su 23 set 2007 11:09, modificato 1 volte in totale.
Avatar utente
blanche
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 4004
Iscritto il: 03 lug 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi Aretusea il 26 ott 2006 22:30

ho trovato questa "lettera" in un sito che non posso citare perchè ho cancellato per sbaglio e non ho più trovato [.sculacciata.]

parla di un amore che possiamo definire " di oggi ", perchè man mano che la tecnologia invade le nostre vita, capita di provare sentimenti anche attraverso lo schermo di un pc..


Fine settembre... precisamente giovedì 28... le foglie del mio giardino iniziano ad ingiallirsi, l'aria diventa più fresca e frizzantina... si sente un profumo di crostata...
"tipico di nonna"penso mentre mi siedo dinanzi al mio computer... come di routine...
erano le cinque del pomeriggio... vero? !... si... un giorno indimenticabile... ero stanco, dopo una giornata di scuola, stress e amici... mi ci voleva un po' di riposo... un "click" e lo schermo dinanzi ai miei occhi si illumina... la musichetta di avvio riecheggia nella stanzetta di mia sorella dov'è situato il mio computer... compare una scritta nera
dinanzi ai miei occhi blu... "125 messaggi di posta ancora non letti... davvero?... ancora? "... è una vita che mi ripropongo di leggerli... ma mi dimentico sempre... mi connetto
ed accedo ad msn, lo sguardo scorre annoiato sui miei contatti... mai nessuno di interessante... solo dei perdigiorno... come me d'altronde... "che schifo... " sbuffo notando dei contatti che una volta aggiunsi da una conversazione a più persone...
non ci avevo mai scambiato una parola... "ma che li tengo a fare... manco ci parlo!"...
e proprio mentre penso questo noto un nome piuttosto triste... una ragazza di nome Debby... era proprio uno di quei contatti che non conoscevo... lessi quasi non facendoci caso... diceva <(rivolto ai suoi amici) che dovevano dire addio alla vecchia Debby... perchè sarebbe cambiato tutto... perchè era stanca di essere brava... era stanca di soffrire... >... soffrire?... conosco questa parola molto bene... cerco di formulare una domanda nella mia mente... ma un mio contatto mi saluta, distraendomi dai miei pensieri... parlo un poco con Angelo (il mio migliore amico)... non sapevo perchè... ma la frase di quella ragazza mi aveva colpito... non riuscivo a non pensarci... era come se tutto ciò che accadeva attorno mi scivolasse sopra... volevo sapere solo perchè soffriva... mi interessava?... non lo sapevo... ma avevo bisogno di chiederglielo... così con la mia solita faccia di bronzo la contatto e le chiedo il perchè di quella frase... mi do subito dello stupido... perchè dovrebbe rispondere ad uno sconosciuto? !... eppure... eppure rispose... mi disse che era stanca di essere brava con tutti, perchè poi se ne approfittavano... ed io capii subito cosa intendeva... parliamo a lungo... di varie cose... delle nostre vite... ma... ad ogni domanda che le faccio è come se so già la risposta... mi sembra di conoscerla da una vita... eppure sono sicuro di non averci mai parlato! Passano dei giorni e le nostre conversazioni diventano sempre più frequenti... e ogni volta che ci sentiamo è meraviglioso ed è un dolore per me lasciare il computer... arriva il 1 settembre... ormai conosco Debby meglio delle mie tasche (ed è difficile, perchè le mie tasche riservano sempre sorprese... )... mi connetto con la speranza di trovarla li... e lei... è li!... "bella, simpatica solare"... ma cosa penso?... non posso pensarlo davvero!... non devo pensarlo davvero...
Ho paura di pensarlo... ho paura di pensarlo?... si... lo ammetto ho paura... ma è così... mi sono innamorato... ma cosa dico?... no, non devo dirlo, non devo neanche pensarlo... troppo tardi... la finestra del suo contatto lampeggia... mi sta salutando... non ragiono più... le mie mani prendono da sole a digitare le parole... e in poco tempo compongono la parola più semplice e più complicata del mondo... Sono quindici giorni che stiamo insieme... e mi sono reso conto di una cosa... non avevo mai amato veramente nessuno prima di lei... So che sono solo un ragazzino di 15 anni... so che il mio futuro non ha nulla di sicuro... ma io la amo... e voglio passare il resto della mia vita al suo fianco... sciocco?... superbo?... sfacciato?... bambino?... chiamatemi come volete, ma io so che tutto questo... era destino!
TI AMO BIMBA MIA!



che bello pensare che esistono quindicenni così...
ImmagineImmagine
Immagine
Avatar utente
Aretusea
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2397
Iscritto il: 27 ago 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi blanche il 27 ott 2006 18:45

E' una storia davvero dolcissima e come dici tu è ormai difficile trovare dei 15enni che non facciano i gradassi, i duri e ammettano di essere innamorati.

che bella storia!!! :oops:
Ultima modifica di blanche su 23 set 2007 11:09, modificato 1 volte in totale.
Avatar utente
blanche
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 4004
Iscritto il: 03 lug 2006
Località: Siracusa

PrecedenteProssimo

Torna a Off Topic - Di tutto, di più

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Partner
Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno
Chi e' online
Abbiamo un visitatore online

Siracusaweb Chat
Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum
Abbiamo 69 visitatori nel forum
Bacheca saluti
Ultime dal Forum
  bacheca saluti pubblicato da c2v il 21-11-2019
  E\' finita la ricreazione? pubblicato da c2v il 01-11-2019
  Scricciolo\'s Personal Topic pubblicato da c2v il 20-06-2019
  Siracusa città: Parchi e zone di verde attrezzate pubblicato da Sabatino il 29-10-2018
  p pubblicato da c2v il 21-10-2018