Home arrow Forum

L'antica Thapsos...a breve fruibile ai visitatori.

Discussioni sul patrimonio storico/culturale di questa importante provincia ricca d'arte

Moderatori: archimede, Evaluna, acid

Regole del forum
Discussioni sul patrimonio storico/culturale di questa importante provincia ricca d'arte

Si raccomanda di leggere e rispettare il regolamento ufficiale del forum

L'antica Thapsos...a breve fruibile ai visitatori.

Messaggiodi Evaluna il 26 nov 2008 18:40

Thapsos: Il Sito Sarà Presto Visitabile.

    Immagine


Mer, 26/11/2008

Antonello Rizza, sindaco di Priolo Gargallo e Mariella Muti, Sovrintendente ai Beni Culturali ed Ambientali, hanno firmato stamane una convenzione per la gestione del sito archeologico di Thapsos.

“Una collaborazione virtuosa – come ha precisato lo stesso Sindaco – per un sito degradato dall’incuria. Il nostro Comune si impegna con 30 mila euro l’anno per assicurare i lavori di pulizia, portare l’acqua e l’istituzione di un Call center per la prenotazione delle visite. E’ una mortificazione avere sul proprio territorio un sito dove è scorsa un pezzo di storia e non dargli il giusto riconoscimento”.

Thapsos, nella penisola di Magnisi, oggi nel cuore della zona industriale, è stato a partire dal 15° secolo a.C. un vero e proprio emporio per i commerci nel Mediterraneo, come dimostra il ritrovamento di ceramica cipriota, micenea e maltese i cui reperti sono esposti al Museo Archeologico “Paolo Orsi”.

“Questo è il primo accordo in tal senso – ha dichiarato l’architetto Muti –; dei 38 siti archeologici nel territorio di competenza di questa Sovrintendenza solo 18 sono fruibili perché si riesce ad assicurare le pulizie.

I fondi a disposizione sono assolutamente insufficienti per far fronte al nostro vasto patrimonio archeologico. L’impegno che firmiamo oggi può essere l’inizio di un nuovo percorso di riqualificazione collaborata dagli Enti locali”.

Il sito sarà disponibile all’utenza a partire dalla prossima primavera, l’ingresso sarà provvisoriamente gratuito, ma la visita dovrà essere prenotata tramite gli Uffici del Comune di Priolo Gargallo.

http://www.siracusanews.it





Qualche cenno su storia e Archeologia.


Thapsos è dislocata sulla penisola di Manghisi ( o Magnisi ), collegata alla terraferma da una lingua di sabbia e situata tra i golfi di Augusta e Siracusa. E' qui che nella media età del Bronzo (XV-Xlll sec. a.C.) si sviluppa una delle più importanti culture preistoriche improntate sul commercio.

La sua fondazione risale al 1400 a.C. ad opera dei Siculi che scacciarono i Sicani, popolazione indigena dell’isola, verso la fine dell’età del Bronzo (2800 – 1100 a.C.).

Alcuni storici non escludono, in tal sito, il passaggio e la presenza dei Fenici che sostarono sulle coste orientali siciliane prima di stabilirsi in quelle d' occidente.

La cultura di Thapsos comincia a svanire intorno all’ottavo secolo a.C., quando, con l’arrivo dei Greci, forti della loro civiltà già forte e consolidata, il territorio siciliano fu colonizzato da una nuova cultura, quella greca appunto, che prese piede nell’isola.

Lo sviluppo di Thapsos si può dividere in tre fasi legate all'evoluzione del tipo di abitato :

- nel periodo iniziale il villaggio di Thapsos, popolato da circa mille individui, era costituito da capanne circolari o semicircolari con muretti formati da due file di pietre. La capanna, che aveva all’interno anche il focolare, era coperta dal tetto sostenuto al centro da pilastri.

- intorno al dodicesimo secolo a.C., le capanne vengono sostituite da nuclei abitativi isolati, divisi tra loro da stradine rettilinee e formati da ambienti rettangolari disposti attorno ad un cortile pavimentato a ciottoli.

- infine, nella terza fase, si modificano le mura esterne di fortificazione che ora presentano come due ali di protezione: una lunga circa duecento metri e quasi curvilinea, inframmezzata da torri semicircolari; l'altra, formata da grossi blocchi di pietra calcarea, è rettilinea e garantisce la sicurezza della strada principale dell’abitato.

Una ulteriore e notevole testimonianza della cultura micenea presente nel sito è data dall’architettura funeraria ( Un primo gruppo di circa trecento tombe, fu scoperto dall’archeologo Paolo Orsi nel 1895 ).

Si nota che alcune camere funerarie sono a grotticella con l’ingresso dove a volte si percepisce la presenza di un gradino. Questo tipo di sepolture in alcuni casi presenta delle nicchie destinate agli appartenenti allo stesso nucleo familiare.
Altre sono tipicamente a tholos, cioè, scavate nella viva roccia e precedute dal dromos , ovvero uno stretto passaggio. come un solco nel terreno. Quest’ultimo tipo di costruzione funeraria può a volte presentare una struttura muraria a supporto della principale in caso di crolli e smottamenti del terreno.


Immagine Immagine





Sunto da Wikipedia.
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Re: L'antica Thapsos...a breve fruibile ai visitatori.

Messaggiodi acid il 26 nov 2008 19:55

Qua delle foto spettacolari, dell' utente Diebar: http://www.siciliafotografica.it/galler ... temId=2832
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Re: L'antica Thapsos...a breve fruibile ai visitatori.

Messaggiodi Diebar il 27 nov 2008 01:54

Questa notizia cade fagiuolo come si sul dire...giusto domenica scorsa (23 novembre) l'archeoclub di Piazza Armerina aveva organizzato un'escursione nell'area archeologica di Thapsos, al che, interessatissimo, mi ero messo d'accordo con loro per unirmi alla visita guidata, visto che l'interno dell'area degli scavi li avevo visitati da piccolo quando...da tipico monello, avevo saltato la vecchia recinzione in cemento...anche all'epoca la passione per le antichità era molto forte e non bastavano di certo i muri per poterla fermare!!! (forse neanche oggi...)
Bene...il gruppo di Piazza giunto sul luogo, portava con se l'amara notizia che gli incaricati della soprintendenza di Siracusa, sebbene avessero approvato la visita...non si erano fatti vivi per aprire l'area...per cui il gruppo è rimasto chiuso fuori ed ha ripiegato con una mesta visita alla necropoli.
Da Siracusano...mi è cascata la faccia a terra e sicuramente non abbiamo fatto una bella figura visto che quando ci sono gruppi (soprattutto archeoclub) che vengono da lontanto per visitare i nostri siti, si dovrebbe aver cura di aprirgli TUTTE le porte rinuciando anche ad una rosticciata domenicale fra amici...tral'altro il gruppo di Piazza è attivissimo da anni nel territorio avendo scoperto e segnalato importanti siti nelle aree dell'ennese ed ha anche collaborato con molti scavi, per cui sarebbe stato onorevole trattarli con un'accoglienza più adeguata piuttosto che con indifferenza. Nella provincia di Siracusa una siffatta collaborazione sarebbe assolutamente impossibile dato il clima imperialistico che regna sovrano nella nostra soprintendenza. Parlo con congnizione di causa.
Quando gli amministratori riusciranno a far entrare nella loro zucca che la più grande risorsa e ricchezza di questa terra è proprio la sua storia...allora forse qualcosa potrà cambiare...ma tale lucidità è ancora lungi dal venire.
L'apertura di Thapsos cmq è un buon segno seppur una goccia in un mare, speriamo almeno non sia la solita brezza passeggera...

Ringrazio Acid per aver linkato la galleria del mio sito relativa a Thapsos!
Diebar
Naufrago
Naufrago
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 04 nov 2008

Re: L'antica Thapsos...a breve fruibile ai visitatori.

Messaggiodi antoniorandazzo il 27 nov 2008 06:30

Forse sto perdendo una buona occasione per stare zitto.
Fin quando le amministrazioni pubbliche come la sovrintendenza continueranno ad essere amministrate da certa politica non credo che abbiamo speranza di aspettarci qualcosa di buono.
Non è solo un fatto di personale dirigente ma anche di organizzazione del lavoro e di soldi, che non ci sono, almeno dicono, da investire.
Aggiungerei anche la gran parte fannulloni e "GIANFANNENTI",senza amore per il lavoro, fermo restando che tanti invece meriterebbero molto di più per l'attaccamento al lavoro e per l'amore verso questa città.
Quando una menzogna ha già fatto il giro del mondo, la verità deve ancora calzare gli scarponi, ma prima o poi trionfa
http://www.antoniorandazzo.it/
http://www.associazionenazionalecarabin ... racusa.it/
Avatar utente
antoniorandazzo
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2236
Iscritto il: 03 ott 2007
Località: siracusa

Re: L'antica Thapsos...a breve fruibile ai visitatori.

Messaggiodi Evaluna il 27 nov 2008 18:28

Diebar ha scritto:L'apertura di Thapsos cmq è un buon segno seppur una goccia in un mare, speriamo almeno non sia la solita brezza passeggera...


Si spera che questo sia un punto di partenza e non di arrivo. :roll:

Purtroppo. dei 38 siti presenti a Siracusa e provincia, solo 18 sono fruibili e questo perchè...non ci sono fondi per le pulizie...figuriamoci per il mantenimento della fruibilità ai più. E' questo lo scoglio da dover scalare, l'assegnazione dei fondi a sostegno dell'arte e dei siti archeologici, sperando che questi stessi soldi non finiscano nelle tasche dai "soliti (ig)noti". 8)

Sicuramente nel caso citato da te Diebar, con l'Archeoclub la figura è stata pessima, sintomo di scarsa attenzione al pubblico e di una certa incapacità organizzativa. :roll:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa


Torna a Storia, archeologia e monumenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
Partner
Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno
Chi e' online
Abbiamo un visitatore online

Siracusaweb Chat
Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum
Abbiamo 46 visitatori nel forum
Bacheca saluti
Ultime dal Forum
  bacheca saluti pubblicato da c2v il 21-11-2019
  E\' finita la ricreazione? pubblicato da c2v il 01-11-2019
  Scricciolo\'s Personal Topic pubblicato da c2v il 20-06-2019
  Siracusa città: Parchi e zone di verde attrezzate pubblicato da Sabatino il 29-10-2018
  p pubblicato da c2v il 21-10-2018