Home arrow Forum

Riforma TV in Italia

Discutete sul vostro film/attore preferito, novità cinematografiche e televisive, su intrattenimento e spettacoli in genere

Moderatori: archimede, Evaluna, acid

Regole del forum
Discutete sul vostro film/attore preferito, novità cinematografiche e televisive, su intrattenimento e spettacoli in genere

Si raccomanda di leggere e rispettare il regolamento ufficiale del forum

Riforma TV in Italia

Messaggiodi masvemi il 15 lug 2006 16:37

Napoli, 15 lug - La Ue punta il dito contro la legge Gasparri. Secondo l'Antitrust europeo, infatti, la normativa non è conforme alle direttive europee perché favorisce gli operatori attuali nel passaggio dal sistema televisivo analogico al digitale. Per questa motivazione l'Italia rischia la messa in mora. La decisione sulla procedura di infrazione verrà presa dalla Commissione europea mercoledì prossimo e con molta probabilità sarà comunicata formalmente il 21 luglio.

Ma è già pronta la risposta del governo italiano. Il ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni a margine del convegno sulla tv digitale ha spiegato che le modifiche alla legge 112 (disciplina del sistema radiotelevisivo) sono già in cantiere. E si tratta di interventi ''che vanno esattamente nella direzione auspicata dalla procedura di infrazione''.

''Noi -ha detto il ministro- abbiamo sempre avuto intenzione di procedere a queste modifiche, ora dobbiamo farlo''. E non è un mistero che ''i molti aspetti'' della legge Gasparri nel mirino della Ue, riguardino sia le risorse pubblicitarie che le frequenze. Sostanzialmente, spiega il ministro, ''il rischio paventato dalla Ue è che le barriere all'ingresso del mercato della tv analogica si possano trasferire su quella digitale. Noi interverremo sulle barriere del mercato analogico'' irrobustendo i meccanismi per l'apertura del mercato del digitale terrestre.

Con il definitivo slittamento dello switch off dall'analogico al digitale terrestre, dal 2006 al 2008, ufficializzato da un decreto legge firmato dall'ex ministro delle Comunicazioni Mario Landolfi, potrebbe tornare d'attualità l'ipotesi di un trasferimento di Retequattro sul satellite. Ma Gentiloni ha assicurato che questo non avverrà per opera del governo.

In merito alla questione del digitale oggi è intervenuto anche il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri sottolineando che intorno al gruppo non ci sono che avvoltoi. ''Se penso alla recrudescenza della magistratura o al fatto che seppure la Gasparri ha due anni e mezzo di vita -ha detto- la possibile messa in mora dell'Italia da parte della Ue viene fuori solo oggi, allora mi guardo intorno e vedo avvoltoi''. Confalonieri ribadisce il suo giudizio sulle ''motivazioni politiche'' che sarebbero dietro all'''accanimento'' contro Mediaset per la questione delle frequenze, della pubblicità e anche del calcio "con il Milan portato dentro Calciopoli ingiustamente''.

E a proposito delle frequenze, e dello slittamento dell'avvio del digitale terrestre, Confalonieri ha ripreso: ''Il nostro dimagrimento va a beneficio di qualcuno, di due dei più grandi editori e di un altro forte economicamente e che ha voglia di entrare''. Questo andrebbe bene, conclude Confalonieri, ''ma che non si approfitti di una sorta di esproprio nei nostri confronti''.


Una cosa ha fatto e l'ha fatta male :!:
masvemi
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: 15 feb 2006
Località: SIRACUSA

Messaggiodi masvemi il 15 lug 2006 16:42

(ANSA) - NAPOLI, 15 lug - Il Governo italiano sta predisponendo modifiche alla legge Gasoparri che vanno nella direzione auspicata dalla procedura di infrazione Ue . Lo annuncia il ministro delle Comunicazioni Gentiloni in vista della procedura che l'Ue potrebbe aprire il 19 luglio nei confronti dell'Italia per la legge Gasparri,soprattutto per i vantaggi consentiti al duopolio Rai-Mediaset anche nel nuovo mercato del digitale terrestre.'Abbiamo sempre avuto l'intenzione di modificarla, ora dobbiamo farlo', ha aggiunto.
masvemi
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: 15 feb 2006
Località: SIRACUSA

Messaggiodi acid il 16 lug 2006 01:09

La Gasparri aumenta il pluralismo. Almeno, così dovrebbe essere....
Dopo la sentenza della Corte costituzionale, il Parlamento aveva due strade. La prima era quella del "disarmo bilanciato": togliere una rete a Mediaset e una alla Rai. La seconda è quella che è stata scelta: favorire il passaggio al sistema digitale entro il 2006 (come prevede la legge n. 66 del 2001 del governo dell'Ulivo, che fissava al 2006 la data per il passaggio al digitale) e aprire così il settore anche ad altri soggetti. Con il digitale ci saranno canali, spazi, opportunità per tutti. Il pluralismo e la completezza dell'informazione non verranno più salvaguardati controllando e limitando, bensì aprendo il sistema. Saranno poi il mercato e il pubblico, ad operare naturalmente la selezione in base alla qualità!!!
È bene ricordare inoltre che all'origine del duopolio non c'è Mediaset, ma il monopolio dell'azienda pubblica (la Rai), appena scalfito da un solo competitor, dopo - ricordiamolo - che tutti gli altri hanno fallito.
Ultima modifica di acid su 16 lug 2006 15:53, modificato 1 volte in totale.
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Messaggiodi masvemi il 16 lug 2006 14:54

Ma tutti gli altri CHI :?: 8O
masvemi
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: 15 feb 2006
Località: SIRACUSA

Messaggiodi acid il 16 lug 2006 15:30

LA7, Sky, Telecom, Network privati.... non riusciranno mai a competere col duopolio rai-mediaset...

Cmq è vero che ci sarebbero alcune cosette da modificare in questa legge:

1. problema:
Le uniche aziende che hanno le caratteristiche richieste dalla legge per gestire le frequenze del digitale terrestre sono Rai, Mediaset e Telecom. Infatti queste sono le tre realtà che attualmente gestiscono il digitale terrestre in Italia, riunite peraltro in una associazione la DGTVi..... :roll:
Al momento non si può dire che il duopolio Rai-Madiaset abbia garantito e tutelato la pluralità dell'offerta, con il digitale terrestre sarà invece così? Lo spero e dovrebbe essere così.

2. problema:
Inaccessibilità da parte di editori di canali tematici alle frequenze gestite da Rai, Mediaset e Telecom a causa del costo elevato di affitto della frequenza....
E' evidente che potranno accedere alle frequenze solo editori ed emittenti gradite o controllate da Rai e Mediaset, per gli altri sarà difficile immaginare che possano trovare spazio.
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Messaggiodi masvemi il 16 lug 2006 18:38

Grazie Acid, come al solito sei sempre molto esauriente Immagine
masvemi
Capitano di Fregata
Capitano di Fregata
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: 15 feb 2006
Località: SIRACUSA

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi Fid il 09 mar 2008 12:22

Berlusconi durante il suo governo emanò la legge Gasparri, il paese aveva bisogno di nuove networks televisivi e più concorrenza.Eliminando il monopolio televisivo a maggiori soggetti mediatici ci sarebbero state maggiori possibilità di sviluppo in quanto :

+ reti televisive = + programmi + pubblicità +opportunità di pubblicizzazione dei prodotti +concorrenza +investimenti e - costi di pubblicità (nonchè maggiore pluralismo e democrazia dell'informazione)

questo è un caso concreto in cui l'interesse personale di Berlusconi contrasta l'interesse dei cittadini e del paese,idem per ciò che riguarda le assicurazioni (di cui Berlusconi è proprietario) non a caso la legge sull'indennizzo diretto è stata stoppata dal centrodx proprio perchè il Berlusca non ha nessun interesse alla riduzione delle costosissime polizze assicurative.Il suo interesse da imprtenditore è che le polizze per tutti noi salgano e che le sue assicurazioni prendano più soldi

in tutti i paesi civili esistono leggi sul conflitto di interesse perchè è del tutto evidente che nessuno si fa le leggi contro il proprio interesse e Berlusconi in molti campi ha l'interesse opposto di milioni di cittadini
Avatar utente
Fid
Capitano di Corvetta
Capitano di Corvetta
 
Messaggi: 1388
Iscritto il: 27 nov 2006
Località: Siracusa

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi acid il 09 mar 2008 15:14

Berlusconi ha costruito un'ottima azienda, impero, rimboccandosi le maniche inventando la tv commerciale cioè vendendo spazi pubblicitari in mezzo a programmi tv.
Come la rai, solo con una differenza che alla rai ogni anno si perdono soldi ( i nostri, canone e vari piani di risanamento finanziati dai vari governi) a Mediaset si fanno i quattrini e non si licenzia nessuno.
Avete mai mangiato merendine del Mulino b... o una bottiglia d'olio perchè uno saltava la staccionata?
Non c'è un trucco, si chiama IMPRESA, AZIENDA, MARKETING, LIBERA CONCORRENZA, CONTROLLO DI GESTIONE e MANAGMENT.
Ed è premiato dall'odiens...
Io mi domanderei piuttosto se sia lecito con i soldi pubblici ( cioè miei e tuoi) pagare gli stipendi a Fabio Fazio, Celentano, Benigni e Crozza per una infinita campagna elettorale alla sinistra.
Tu cosa diresti se ti facessero pagare lo stipendio a Emilio Fede? :lol: E io invece sono "costretto" a pagarli a quelli sopra...
La repubblica statalista si chiama REGIME.
E ci annullerebbe tutti....
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi Fid il 09 mar 2008 18:24

acid ha scritto:Non c'è un trucco, si chiama IMPRESA, AZIENDA, MARKETING, LIBERA CONCORRENZA, CONTROLLO DI GESTIONE e MANAGMENT.


Libera concorrenza???!!!! Acid Berlusconi non si muove in un mercato di libera concorrenza!!!!
è un oligopolista, è l'unico imprenditore a cui la LEGGE permette di avere 3 televisioni commerciali
la libera concorrenza vuol dire agire nel mercato con le stesse opportunità!!

mediaset ha una posizione di privilegio,uccide la concorrenza,non permette lo sviluppo di altri networks e addirittura rete4 è da anni che trasmette illecitamente a danno di italia7 (abbiamo una procedura di infrazione ue e una condanna della corte di giustizia)

Se vogliamo parlare di libero mercato dobbiamo permettere a tutti di poter concorrere con par condicio e non lasciare rendire e privilegi ad un solo soggetto.Bisogna fare esattamente come la telefonia

ricordi quando c'era solo la Sip? adesso puoi scegliere fra telecom,infostrada,wind, tele2 e qualche altro gestore

per le tv bisogna fare la stessa cosa


Bisogna incrementare le piattaforme digitali,togliendo a rai e mediaset 1 rete (che mediaset già non può avere) e portando LIBERTà D'IMPRESA e LIBERO MERCATO nelle comunicazioni televisive
Avatar utente
Fid
Capitano di Corvetta
Capitano di Corvetta
 
Messaggi: 1388
Iscritto il: 27 nov 2006
Località: Siracusa

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi acid il 10 mar 2008 01:55

Perchè, qualcuno vieta di creare nuove reti televisive??
Si, le frequente analogiche sono piene forse....ma perchè non vanno in digitale altri network, se vogliono?
Chi glielo vieta? Poi sarà il pubblico a dare l'odiens e premiare..
Già altri soggetti sono entrati nel mercato, come La7, e altri prepotentemente, grazie al satellite, come Sky.
(di questo ringraziamo la legge Gasparri, che ha aperto l'era del digitale, e quindi del pluralismo dell'offerta e il via a nuovi canali..pluralismo è inteso diversamente: non tagliare e eliminare, ma aumentare i canali)

Sul fatto di una rete (anche x RAI soprattutto), e non 2 su 3 come scritto nel programma Di Pietro...potrei anche esser daccordo, ma come ultimo punto del programma, ci sono cose + importanti adesso da fare, ma sul fatto di voler ridurre pesantemente gli introiti pubblicitari di Mediaset, no, bisogna andarci cauti...
Addirittura la Rai potrebbe procedere a differenziare subito l'offerta offrendo a buoni prezzi, quindi senza pubblicità, un pluralismo di canali....ma niente....
Tuttavia, la televisione è un media oramai sorpassato, se uno si vuole informare esistono altri canali come quello che stiamo utilizzando.
Considero la televisione più un mezzo di intrattenimento che di informazione....

E poi, Veltroni ha litigato spesso, durante il governo Prodi, con i comunisti perché questi volevano la legge sul conflitto d'interessi ( e infatti Prodi non l'ha fatta)....qiundi non mi sembra molto in linea con Di Pietro (ciò causerà ingovernabilità), oppure adesso sta mentendo...
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi Fid il 10 mar 2008 13:07

Acid i miliardi,la concorrenza e la domanda delle imprese girano sull' analogico,la legge Mami' permette la concetrazione in mano ad un solo oligopolista spazzando via dal mercato tutti gli altri ed infatti Tronchetti provera non ebbe l'autorizzazione per trasmettere su tutto il territorio nazionale con più reti viceversa Berlusconi si.Non è ingiusto questo? non è contro lo sviluppo,la libertà,la libera concorrenza? è ovvio che la risposta è si

inoltre con la gasparri si è peggiorata questa situazione creado le basi di una posizione dominate anche sul digitale terrestre e sulla futura rete digitale.

Bisogna fare ciò che è indicato nel disegno di legge Gentiloni

1) ridare a italia7 la frequenza abusivamente occupata da rete4
2) eliminare entro il 2012 l'analogico e passare progressivamente alla rete digitale
3) garantire le stesse opportunità per tutti gli imprenditori nella futura tv digitale
Avatar utente
Fid
Capitano di Corvetta
Capitano di Corvetta
 
Messaggi: 1388
Iscritto il: 27 nov 2006
Località: Siracusa

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi acid il 10 mar 2008 13:29

Se i punti fossero solo questi, andrebbero bene.
Ma non si può definire per legge una posizione dominante di mercato, nè fissare il tetto alla pubblicità del 45% che vuole imporre questa riforma Gentiloni, criticata persino dal presidente anti-trust, che non farebbe crescere le aziende.
Ci vuole una nuova e migliore riforma.
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi fiorenzo il 11 mar 2008 00:18

Fid ha scritto:Bisogna fare ciò che è indicato nel disegno di legge Gentiloni


2) eliminare entro il 2012 l'analogico e passare progressivamente alla rete digitale


Fid,è giusto passare al digitale, però Mediaset l'ha già fatto senza che il Paese paghi il canone come
succede per la RAI che paghiamo il canone,ogni anno aumenta sempre di più, ma di digitale la RAI escluso qualchezona d'Italia, il digitale non si vede.

Fid ha scritto:garantire le stesse opportunità per tutti gli imprenditori nella futura tv digitale


Mi risulta che La 7 trasmette già sul digitale, la Sardegna è sul digitale con Sardegna1,Italia 7 è sul digitale
MTV ITALIA è sul digitale, 4RETESUD è sul digitale e altre televisioni del nord sono sul digitale, non
sono tv che appartengono a Mediaset, e senza far pagare un eurocent al popolo; la RAI che doveva
essere una delle prime a trasmettere sul digitale,ripeto oltre a far pagare il canone sul digitale non c'è.

Allora Fid che tipo di disegno di legge è quella Gentiloni? La risposta te la do io, questo è un disegno
di legge per mettere il bastone tra le ruote a Berlusconi da parte del Pd.
Se è vero che gli occhi sono lo specchio dell'anima,
la tua è un mare azzurro nel quale navigare all'infinito

Un amico lontano
è a volte più vicino
di qualcuno a portata di mano.
Avatar utente
fiorenzo
Tenente
Tenente
 
Messaggi: 994
Iscritto il: 26 gen 2008
Località: Alessandria

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi Fid il 11 mar 2008 11:53

digitale,rai pubblica e canone sono cose differenti

Sul digitale bisogna evitare che si creino posizioni di predominio cosi' com'è avvenuto sull'analogico,bisogna evitare che sul digitale acquisiscano posizioni di vantaggio due soli soggetti,una situazione del genere non migliorerebbe la qualità del servizio,la libera informazione,la riduzione dei costi per le imprese e lo sviluppo di nuovi networks (quindi più ricchezza e nuovi posti di lavoro)

La rai andrebbe parzialmente privatizzata onde eliminare il canone e renderla concorrenziale
Avatar utente
Fid
Capitano di Corvetta
Capitano di Corvetta
 
Messaggi: 1388
Iscritto il: 27 nov 2006
Località: Siracusa

Re: Elezioni Nazionali 2008 : 13/14 Aprile

Messaggiodi Fid il 11 mar 2008 12:03

fiorenzo ha scritto:Allora Fid che tipo di disegno di legge è quella Gentiloni? La risposta te la do io, questo è un disegno di legge per mettere il bastone tra le ruote a Berlusconi da parte del Pd.


è un disegno di legge che serve a eliminare gli oligopoli e i prrivilegi ed è in perfetta sintonia con la U.E. che ci chiede di liberalizzare e di creare un mercato libero per incrementare i posti di lavoro e lo sviluppo economico

tu torneresti nuovamente alla SIP per la telefonia? sono sicuro di no ma nello stesso tempo difendi a spada tratta la Sip Mediaset-rai nella televisione...come mai?
Avatar utente
Fid
Capitano di Corvetta
Capitano di Corvetta
 
Messaggi: 1388
Iscritto il: 27 nov 2006
Località: Siracusa

Prossimo

Torna a Cinema, televisione, spettacoli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
Partner
Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno
Chi e' online
Abbiamo un visitatore online

Siracusaweb Chat
Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum
Abbiamo 29 visitatori nel forum
Bacheca saluti
Ultime dal Forum
  bacheca saluti pubblicato da c2v il 21-11-2019
  E\' finita la ricreazione? pubblicato da c2v il 01-11-2019
  Scricciolo\'s Personal Topic pubblicato da c2v il 20-06-2019
  Siracusa città: Parchi e zone di verde attrezzate pubblicato da Sabatino il 29-10-2018
  p pubblicato da c2v il 21-10-2018