Home arrow Forum

ANIMALI: Cronaca, Ingiustizie, Petizioni.

Notizie, petizioni, cronaca, consigli e informazioni: discutiamo qui su tutto ciò riguarda flora e fauna del nostro pianeta.

Moderatori: archimede, Evaluna, acid

Regole del forum
Notizie, petizioni, cronaca, consigli e informazioni: discutiamo qui su tutto ciò riguarda flora e fauna del nostro pianeta.

Si raccomanda di leggere e rispettare il regolamento ufficiale del forum

ANIMALI: Cronaca, Ingiustizie, Petizioni.

Messaggiodi acid il 19 set 2007 17:04

In questo spazio possiamo elencare tutte le varie notizie di cronaca riguardante il favoloso, e spesso poco rispettato, mondo degli animali, in modo da averle sempre a portata di "click", anzichè magari creare per ogni notizia un topic a parte...

Se poi il fatto è particolarmente importante, e magari fa nascere una sorta di dibattito fra gli utenti, divideremo sicuramente tale notizia in un topic di rilievo a parte.

[.accordo.] :wink:
Ultima modifica di acid su 26 set 2007 16:10, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
acid
Supervisore
Supervisore
 
Messaggi: 7275
Iscritto il: 14 apr 2006
Località: SIRACUSA

Quattro mucche in fuga da Cascina, due abbattute

Messaggiodi Barbaradasr il 20 set 2007 11:02

Animalieanimali

19 SETTEMBRE 2007

QUATTRO MUCCHE IN FUGA DA CASCINA, DUE ABBATTUTE
In provincia di Bergamo.

Caccia a quattro bovini fuggiti da una cascina, ieri mattina a Martinengo, in provincia di Bergamo.
Gli animali sono scappati intorno alle 8, e si sono diretti verso la strada provinciale per Cortenuova (Bergamo), attraverso i campi coltivati a mais.
Sul posto sono intervenuti gli agenti del nucleo ittico-venatorio della polizia provinciale; la rincorsa e' proseguita per buona parte della mattinata. Dopo diversi tentativi di avvicinamento, reso difficoltoso dalla presenza di numerose colture a mais, intorno a mezzogiorno due capi sono stati narcotizzati. Per altri due animali, che stavano avvicinandosi pericolosamente alla SP 101, si e' reso necessario l'abbattimento. Le operazioni sono state coordinate dai carabinieri della Compagnia di Treviglio (Bergamo); sul posto anche i veterinari dell'Asl di Bergamo.
(ANSA)
Immagine

La vita va vissuta attimo per attimo per non vivere di rimpianti.

Barbara
http://amantideglianimali.forumfree.net/
http://www.informatica
Avatar utente
Barbaradasr
Sergente
Sergente
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 03 apr 2007
Località: Siracusa

Cani torturati e uccisi quattro minori nella banda

Messaggiodi Barbaradasr il 20 set 2007 11:07

IL MATTINO

19 SETTEMBRE 2007

Cani torturati e uccisi quattro minori nella banda

GIUSEPPE CRIMALDI

Poggioreale (TP) - Prima le sevizie, orribili, poi il colpo di grazia, inferto con un bastone di legno. È stata questa la fine atroce riservata a un cucciolo cane ucciso la scorsa settimana nella zona di Poggioreale. La povera bestia, un meticcio di pochi mesi, era stato abbandonato all’interno del Rione Luzzatti-Ascarelli. L’episodio si sarebbe verificato nella notte tra lunedì e martedì di una settimana fa, stando ad alcuni testimoni che si sono ruivolti ai carabinieri. Immediatamente sono scattate le indagini, coordinate dal capitano Antonio Caterino, della compagnia Poggioreale. Esemplare l’impegno profuso dai militari che in poche ore hanno chiarito l’accaduto. Un’indagine-lampo che - anche grazie alla preziosa collaborazione fornita da alcuni residenti del rione - è riuscita a portare sulle tracce dei presunti aguzzini. Tutti giovanissimi, i componenti del branco che avrebbe seviziato e ucciso la povera bestiola: tre di loro sono risultati minorenni, mentre un quarto maggiorenne. Dalla ricostruzione fatta dai carabinieri - che hanno denunciato i presunti autori del misfatto alla Procura per i minori e alla Procura della Repubblica per uccisione di animale (articolo 544 bis del codice penale) - la gang si sarebbe prima accanita infliggendo una serie di torture all’animale culminata con qualcosa di molto simile a un impalamento. Ieri mattina i carabinieri sono riusciti a trovare anche il luogo in cui il cucciolo era stato sepolto: i giardinetti prospicienti l’istituto comprensivo «Bonghi», non lontano da via Gianturco. Un fatto assurdo, caratterizzato da inumana crudeltà, che preoccupa ancor di più considerata la giovane età di chi lo avrebbe commesso. Il sospetto più grave è che la babygang possa avere ucciso anche altri cani. Ora sono in tanti a sperare che gli aguzzini siano messi in condizione di non nuocere più.
Immagine

La vita va vissuta attimo per attimo per non vivere di rimpianti.

Barbara
http://amantideglianimali.forumfree.net/
http://www.informatica
Avatar utente
Barbaradasr
Sergente
Sergente
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 03 apr 2007
Località: Siracusa

Messaggiodi Evaluna il 20 set 2007 11:28

Barbaradasr ha scritto:Cani torturati e uccisi quattro minori nella banda

Poggioreale (TP) - Prima le sevizie, orribili, poi il colpo di grazia, inferto con un bastone di legno...

Purtroppo non è ne il primo ne l'ultimo caso di ragazzini idioti e annoiati che non trovano di meglio da fare che dar fastidio al prossimo e compiere abusi e violenze su animali. :evil:
Non verranno puniti ma spero vivamente che vengano "educati" al rispetto di tutte le forme di vita, anche la loro. 8O



Barbaradasr ha scritto:QUATTRO MUCCHE IN FUGA DA CASCINA, DUE ABBATTUTE
In provincia di Bergamo.

Per altri due animali, che stavano avvicinandosi pericolosamente alla SP 101, si e' reso necessario l'abbattimento.

Ah beh...se era l'unica soluzione... :roll: :evil:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

NEWSLETTER OIPA DEL 20 SETTEMBRE 2007

Messaggiodi Barbaradasr il 21 set 2007 11:32

NEWSLETTER OIPA DEL 20 SETTEMBRE 2007

PROTESTIAMO CONTRO LE ATROCITÀ DI CALARASI (ROMANIA)

Segnalazione di Save The Dogs - http://www.savethedogs.it

In questi giorni sono stati soppressi i primi cani catturati nel corso dei rastrellamenti post-emergenza rabbia a Calarasi (Romania). Save The Dogs non ha ottenuto la custodia degli animali (che per ragioni sanitarie non possono lasciare la provincia di Calarasi) né la possibilità di allestire a proprie spese un recinto provvisorio per mantenere in quarantena almeno qualche centinaio di randagi. Le uniche concessioni fatte sono state quella di poter dare da mangiare e da bere agli animali in attesa della puntura e di poter imporre l’utilizzo dei farmaci previsti dalla legge per la soppressione. Il Presidente Esecutivo di Save The Dogs ha presenziato alle prime quattro eutanasie e ha verificato che avvenissero correttamente. Inutile cercare di descrivere ai nostri sostenitori lo strazio per ciò che sta accadendo e che sta mettendo a dura prova lo stato d’animo di tutto il nostro team, sia in Italia che in Romania.
Invia la lettera di protesta http://www.oipaitalia.com/randagismo/ap ... arasi.html

VIETATO L'INGRESSO AI VOLONTARI AL CANILE DI RIETI
Ezio ed Elisabetta dal 2004 si sono strenuamente impegnati per far adottare centinaia di cani dal canile di Rieti, una struttura gestita da un privato in cui confluiscono i cani di quasi tutti i Comuni della provincia di Rieti. Lo scorso 7 settembre e di nuovo l'11 settembre 2007, senza alcun preavviso, il gestore del canile, della società Tecnovett srl, struttura già al centro di note vicende giudiziarie, ha deciso d'impedire l'accesso ai volontari. La decisione assunta dal gestore del canile di fatto non impedisce soltanto la promozione delle adozioni, ma vieta alle associazioni di verificare le reali condizioni dei cani detenuti all'interno della struttura.
Per far reagire le istituzioni locali e far tornare al più presto Ezio e Betty ad occuparsi del benessere di quei poveri cani, scriviamo in tanti a: Regione Lazio, Provincia di Rieti, ASL di Rieti, Comune di Rieti, Comuni convenzionati che hanno cani nel canile di Rieti.

Invia la lettera di protesta http://www.oipaitalia.com/randagismo/appelli/rieti.html

CONTRO L’AVVELENAMENTO DEI CANI E DEI GATTI DI PIREO (GRECIA)
In Grecia, nel comune di Pireo, le autorità hanno realizzato la loro promessa della rimozione dei randagi dai loro spazzi abituali, dove le associazioni animaliste e i volontari si occupano di loro: somministrazione di acqua, cibo ,vaccinazione, sterilizzazione, adozione, censimento e rimozione dei soggetti pericolosi non recuperabili.
Visto che nel comune di Pireo esiste solo una struttura per randagi con pochi posti disponibili e con spazio ridotto, che serve 11 comuni, il Sindaco e il Vice Sindaco nelle loro dichiarazioni hanno incoraggiato l’eliminazione dei randagi, tramite arsenico, veleno per topi e bocconi di carne con vetro tritato.

Data la tragica situazione chiediamo alle autorità competenti di non avere posizioni che incoraggino favoreggiamenti nei confronti della gente che avvelenano gli animali e di rispettare le leggi europee sul maltrattamento degli animali.

Invia la lettera di protesta alla pagina http://www.oipaitalia.com/randagismo/grecia.html

SFILATA CANI ALL’INTERNO DELLA FESTA “LA DOMENICA DELLE DONNE”
Domenica 23 settembre 2007 in occasione della “Domenica delle donne”
Parco Nord Milano – Cascina Centrale

Sfilata dei cani organizzata dall’OIPA Italia - Ore 17.00

Una giocosa e divertente “sfilata” cane-proprietario con premiazione per tutti.
Categorie sfilata: Tali & Quali (la coppia che si somigli di più) - Il più simpatico (il cane più meticcio). I primi 3 classificati per ogni categoria riceveranno una splendida ciotola in alluminio con targa e l'abbonamento omaggio al trimestrale dell'OIPA Gli Altri Animali.
Ad ogni partecipante verrà regalata la maglietta della campagna OIPA contro l'abbandono a ricordo della festa.

Durante tutta la giornata l’OIPA mette a disposizione un punto informazioni sulle tematiche animaliste; in particolar modo verrà affrontato il problema del randagismo e del rapporto uomo/cane.

Scarica la locandina la “Giornata delle donne”

Info alla pagina http://www.oipaitalia.com/appuntamenti/ ... donne.html
Immagine

La vita va vissuta attimo per attimo per non vivere di rimpianti.

Barbara
http://amantideglianimali.forumfree.net/
http://www.informatica
Avatar utente
Barbaradasr
Sergente
Sergente
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 03 apr 2007
Località: Siracusa

Il tragico destino di una volpe....

Messaggiodi Barbaradasr il 24 set 2007 11:28

GAZZETTINO DI BELLUNO

19 SETTEMBRE 2007

Il tragico destino di una volpe: chiusa in un sacco e schiacciata dalla pressa

Vallada agordina (BL) - Il cuore batteva ancora quando l'hanno rinchiusa in un sacco nero delle immondizie e gettata nel cassonetto dei rifiuti. Una morte atroce quella della povera volpe finita schiacciata nella pressa del mezzo per la raccolta delle immondizie. Tra l'altro la pressa ha dato il colpo di grazia ma non è riuscita a finirla, rendendo ancor più terribile l'agonia dell'animale. L'ha scoperta domenica sera R.G., che si era recato a gettare il sacchetto delle immondizie nel cassettone sotto casa in località Sachet. «Ho alzato il coperchio del cassettone e sono stato investito da un odore nasuabondoo, così ho guardato dentro e ho visto qualcosa che si muoveva. Ho scorto un animale che a prima vista mi pareva un cane e senza pensarci due volte sono corso a chiamare un amico che abita lì vicino: assieme abbiamo rovesciato il cassonetto dei rifiuti per far uscire l'animale e solo allora siamo riusciti a capire che era una volpe». «Lentamente la volpe si è trascinata fuori continua il testimone- reggendosi in piedi con le zampe anteriori, mentre le altre sembravano paralizzate. Era magra, spelacchiata e ricoperta dai suoi stessi escrementi. Rinchiusa nel sacco nero aveva fatto lì dentro i suoi bisogni e si era sporcata di conseguenza. Vicino al cassonetto è poi arrivata altra gente, tutta sbigottita e inorridita quanto noi. È stata una scena davvero raccapricciante». «Penso -continua l'uomo- che sia un gesto da condannare apertamente. L'autore di una simile atrocità dovrebbe vergognarsi anche solo di aver pensato una cosa del genere. Gli animali si lasciano dove sono, anche loro hanno diritto a una morte dignitosa, oppure si chiamano le autorità competenti che sanno cosa devono fare in questi casi». Il problema degli abitanti di Sachet è anche quello che episodi di questo tipo possano diffondere malattie come rabbia e cimurro, di cui sembra che siano affette molte volpi. «Non sono un veterinario -riprende R.G.- ma chiudere un animale nel cassonetto che poi disperde gli escrementi in un'area in cui vanno a giocare i bambini, visto che si trova vicino alla chiesa parrocchiale, mi sembra veramente un atto da sprovveduti. Significa che , al di là del gesto, non ha pensato neppure alle sue conseguenze. Noi alla fine abbiamo avvertito la guardia provinciale che, dopo aver visto della drammatiche condizioni della bestia, chiaramente agonizzante, ha provveduto a sopprimerla. Ma sapere di appartenere al genere umano in questi casi fa davvero rabbrividire».
Immagine

La vita va vissuta attimo per attimo per non vivere di rimpianti.

Barbara
http://amantideglianimali.forumfree.net/
http://www.informatica
Avatar utente
Barbaradasr
Sergente
Sergente
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 03 apr 2007
Località: Siracusa

Commemorazione animali vivisezionati ed uccisi in laboratori

Messaggiodi Barbaradasr il 26 set 2007 10:33

ALTOMILANESE IN RETE

Commemorazione animali vivisezionati ed uccisi nei laboratori dell'Università dell'Insubria di Busto Arsizio

http://www.altomilaneseinrete.it/notizi ... 9/24_1.htm
Immagine

La vita va vissuta attimo per attimo per non vivere di rimpianti.

Barbara
http://amantideglianimali.forumfree.net/
http://www.informatica
Avatar utente
Barbaradasr
Sergente
Sergente
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 03 apr 2007
Località: Siracusa

Sicilia: A proposito di cani randagi

Messaggiodi Barbaradasr il 26 set 2007 10:34

http://www.lasicilia.it/giornale/2409/C ... 02/01.html

Lo dico a La Sicilia
24/09/07
«A proposito di cani randagi»



Ho letto, con curiosità, nella cronaca di Catania l'articolo sul nuovo allarme sul randagismo in città. Attonita ed indignata sento il bisogno di esprimere il mio dissenso e non comprendo il perché si parli di "nuovo allarme, quando nonostante il risultato del censimento del 2006 nello stesso periodo qualche rappresentante del Servizio Veterinario aveva dichiarato pubblicamente che la situazione randagismo sul territorio catanese fosse serenamente sotto controllo. A proposito dell'aggressività dei branchi di cani, sicuramente preoccupante, mi chiedo come mai le ripetute chiamate fatte ai vigili urbani da varie persone , me compresa, per chiedere l'intervento per un cane presente al corso Italia che la sera insegue macchine e moto, abbiano ricevuto in risposta che "possono intervenire solo se il cane è mordace ed è stato denunciato come tale". In merito al fatto che il Comune ha stipulato convenzioni con cinque canili della provincia, consorziandoli, è vero, ma non si capisce con quale criterio vengono selezionati i cani da rimuovere dalle strade, quando le sollecitazioni fatte dai cittadini ai vigili urbani e quindi al comune per il recupero di cani feriti o abbandonarti o potenzialmente pericolosi, ricevono sempre i soliti dinieghi. A questo punto mi chiedo perché il Comune non progetta diversi canili aperti al pubblico per le adozioni, con annesse strutture per le consultazioni pre-adottiva, per l'informazione e la consulenza comportamentale anche post-adozione, nei quali i cani vengono seguiti da personale competente per comprendere e, se possibile, correggerne eventuali comportamenti indesiderabili guidando il cittadino verso un'adeguata scelta. Infine voglio chiarire un concetto fondamentale: non si adotta un cane per sentimenti pietistici, per fargli del bene o per toglierlo da un carcere, si adotta perché si sente il bisogno di costruire una relazione con un altro essere vivente affinché entrambi, uomo e cane, possono trarne beneficio. L'allarme randagismo esiste ma deve esser affrontato con interventi mirati ad una conoscenza delle correte basi sulle quali costruire un futuro migliore per il cane e per l'uomo, tenendo fuori incompetenza e superficialità.
Valeria Monfrini
medico veterinario
Immagine

La vita va vissuta attimo per attimo per non vivere di rimpianti.

Barbara
http://amantideglianimali.forumfree.net/
http://www.informatica
Avatar utente
Barbaradasr
Sergente
Sergente
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 03 apr 2007
Località: Siracusa

Cane scaraventato giù da un ponte. Sdegno e condanna

Messaggiodi Barbaradasr il 27 set 2007 11:29

LA PROVINCIA DI SONDRIO
25/09/2007

Autori tre ragazzi del posto Cane scaraventato giù da un ponte Sdegno e condanna a Madesimo

Daniele Prati

Madesimo (SO) - Lo hanno ucciso e poi lo hanno gettato dal ponte sulle cascate della frazione di Pianazzo. Grande sgomento a Madesimo per l'episodio che alla fine della scorsa settimana ha visti protagonisti tre ragazzi del luogo e un povero cane scaraventato nel vuoto come un sacco di rifiuti. Un atto di barbarie che ha dell'incredibile e che, oltre che un gesto ignobile, costituisce un reato. «Si tratta di un gesto terribile - il commento degli abitanti della zona -. Ci sono molti modi per liberarsi di un animale che non si vuole più. Si può regalarlo a chi lo vuole o portarlo in un canile. Oltretutto l'animale in questione non costituiva certo un problema. Era un cane buono e tranquillo. Questi ragazzi hanno scelto un modo veramente inumano e speriamo che le autorità indaghino per punirli». Nomi non se ne fanno, almeno ufficialmente, ma i presunti responsabili sono ben noti in paese per i loro comportamenti. La notizia è arrivata anche all'amministrazione comunale di Madesimo, che ora promette di attivarsi affinché sull'intera vicenda sia fatta chiarezza. Prati a pagina 20

* * * * *

Madesimo (SO): cane gettato in un dirupo

Madesimo (SO) - Sgomento tra gli abitanti di Madesimo per un episodio, sul quale non è ancora stata fatta pienamente luce, ormai sulla bocca di tutti. Alla fine della scorsa settimana tre ragazzi del luogo hanno soppresso un cane gettandolo dal ponte sulle cascate della frazione di Pianazzo. Lo hanno sollevato e semplicemente scaraventato di sotto, come fosse un sacco di rifiuti da sbarazzarsi in fretta. Un atto di barbarie che ha dell'incredibile e che, oltre che un gesto ignobile, costituisce sicuramente un reato. Anzi, forse più di uno visto che ancora ieri sera l'animale non era stato rimosso e, quindi, la carcassa va considerata dispersa nell'ambiente. Non ci stanno alcuni abitanti della località turistica, che vorrebbero a questo punto un'indagine su quanto accaduto: «Si tratta di un gesto terribile. Ci sono molti modi per liberarsi di un animale che non si vuole più. Si può regalarlo a chi lo vuole o portarlo in un canile. Oltretutto l'animale in questione non costituiva certo un problema. Era un cane buono e tranquillo. Questi ragazzi hanno scelto un modo veramente inumano e speriamo che le autorità indaghino per punirli». Il fatto è abbastanza chiaramente inquadrabile nella legge, approvata solo pochi anni fa, sul maltrattamento degli animali. Un reato per il quale è previsto anche il carcere. Nomi non se ne fanno, almeno ufficialmente e per motivi facilmente comprensibili, ma i presunti responsabili sono ben noti in paese per i loro comportamenti. La notizia è arrivata anche all'amministrazione comunale di Madesimo, che ora promette di attivarsi affinché sull'intera vicenda sia fatta chiarezza: «Da quello che sappiamo ? spiega l'assessore Franco Fontana ? i fatti si sono svolti proprio in questo modo, anche perché sembra che i tre giovani si siano vantati di quanto fatto al bar. Se tutto sarà confermato si tratta di una manifestazione di disumanità incredibile, che certo non fa onore alla nostra comunità. Domani (oggi per chi legge) invieremo sul luogo i nostri agenti di Polizia Locale per i primi rilievi». Risalire alla proprietà del cane, anche se probabilmente non c'è bisogno di un riconoscimento per conoscere questi dati, non dovrebbe essere un problema complicato da risolvere, specialmente se l'animale è già stato dotato di microchip. A quel punto sarà necessaria una ricostruzione completa di quanto avvenuto. Sulla quale, peraltro, permangono pochissimi dubbi, anche perché alcuni madesimini hanno assistito all'incredibile scena.
Immagine

La vita va vissuta attimo per attimo per non vivere di rimpianti.

Barbara
http://amantideglianimali.forumfree.net/
http://www.informatica
Avatar utente
Barbaradasr
Sergente
Sergente
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 03 apr 2007
Località: Siracusa

SAN MARINO VIETA LA SPERIMENTAZIONE ANIMALE

Messaggiodi Barbaradasr il 01 ott 2007 11:38

SESTO POTERE
29 SETTEMBRE 2007


SAN MARINO E' IL PRIMO PAESE AL MONDO CHE VIETA LA SPERIMENTAZIONE ANIMALE

San Marino - 29 settembre 2007 - La Lav informa che il Parlamento di San Marino ha vietato la sperimentazione animale.
In pratica: il Consiglio Grande e Generale ha approvato la Proposta di Legge di iniziativa popolare “Disposizioni sul divieto di sperimentazione animale nella Repubblica di San Marino”.
Si tratta del primo Paese al mondo che non accetta l’impiego degli animali nella ricerca, metodo ritenuto fallace e crudele.
Immagine

La vita va vissuta attimo per attimo per non vivere di rimpianti.

Barbara
http://amantideglianimali.forumfree.net/
http://www.informatica
Avatar utente
Barbaradasr
Sergente
Sergente
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 03 apr 2007
Località: Siracusa

Messaggiodi Evaluna il 08 ott 2007 17:37

Usa, "offeso" da struzzo, lo uccide: condannato a cinque mesi.


- Dom 7 Ott - SAN FRANCISCO (Reuters) - Uno statunitense è stato condannato a cinque mesi di carcere dopo che, insieme a un amico, agendo per orgoglio ferito, ha abbattuto a fucilate uno struzzo che li aveva presi a calci facendo ridere le loro fidanzate. Lo ha riferito ieri un giornale.

Pubblicità
"E' una cosa che riguarda l'orgoglio maschile", ha detto il procuratore Steve Wagstaffe, secondo quel che riferisce il San Francisco Chronicle.

Lo struzzo, che si chiamava Gaylord, aveva preso a calci lo scorso ottobre Timothy McKevitt, 19 anni, e Jonathan Porter, 21, mentre stavano attraversando un ranch con allevamento di struzzi a sud di San Francisco dopo una notte di bevute, secondo le dichiarazioni del procuratore riportate dal quotidiano.

L'attacco dello struzzo provocò l'ilarità delle loro ragazze, ha detto il procuratore. McKevitt venne colpito alle costole, mentre Porter rimediò graffi vari.

I due giovani tornarono armati di fucile in cerca di vendetta, riferisce il giornale. I giovani spararono almeno sette colpi contro Gaylord, secondo un rapporto di polizia.

McKevitt, libero su cauzione, deve presentarsi il 3 novembre per il processo.


Finalmente una condanna... :roll: :twisted:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Messaggiodi Evaluna il 16 nov 2007 19:06

Pesce anfibio: vive per mesi sulla terraferma.

Il "mangrove killifish" nei periodi di siccità si rifugia tra gli alberi di mangrovie e respira con la pelle.


Nelle foreste tropicali dell’America, tra acqua stagnante e alberi di mangrovie, vive un pesce che ha destato non poco clamore tra gli studiosi: è infatti in grado di respirare anche fuori dall’acqua. Una capacità insolita per una creatura dotata di branchie ma che avevano sviluppato anche gli animali che milioni di anni fa abbandonarono gli oceani per la terraferma.

Il “mangrove killifish” o “Rivulus marmoratus” è un piccolo pesce carnivoro (meno di 8 centimetri) che popola gli ambienti acquitrinosi di Belize, Stati Uniti e Brasile. Quasi come un anfibio, riesce a sopravvivere ai periodi di siccità rintanandosi nelle piccole pozze che si formano un po’ ovunque: nei solchi scavati nel terreno dai granchi, nelle noci di cocco infrante e perfino in vecchie lattine di birra abbandonate.

“Quando il loro habitat diventa arido, questi pesci possono vivere a lungo sulla terra” ha dichiarato il biologo Scott Taylor, che con alcuni colleghi ha fatto la scoperta scientifica durante un viaggio in Belize. Un bel colpo di fortuna: “Abbiamo calciato un tronco e un pesce ne è uscito ruzzolando” ha spiegato Taylor all’agenzia internazionale Reuters.
I ricercatori hanno così scoperto che l’animale ha sviluppato un meccanismo di adattamento che gli consente di respirare con la pelle anziché con le branchie in attesa di nuove precipitazioni. Ma non è tutto: è anche in grado di sopravvivere sulla terra fino a 66 giorni senza mangiare, mantenendo in funzione il suo metabolismo. Lo studio completo su questo bizzarro pesce verrà pubblicato il prossimo anno sull’autorevole The American naturalist journal.


Menomale che c'è ancora e sempre la natura a sorprenderci... :roll: :wink:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Re: ANIMALI: Cronaca, Ingiustizie, Petizioni.

Messaggiodi fiorenzo il 01 giu 2008 23:06

GATTO 'PIGNORATO' IN SEPARAZIONE

LOVERE (BERGAMO) - Curioso episodio a Lovere, piccolo paese sulla sponda bergamasca del lago di Iseo: in una causa di separazione la moglie ha deciso di procedere al pignoramento del gatto persiano, chiamato Febo, di proprietà del marito affermando che l'uomo non provvede agli obblighi previsti dalla sentenza di separazione. La notizia è stata resa nota dall'Aidaa, l'associazione per la difesa animali ed ambiente, che ha risolto la querelle salvando l'animale dalle controversie matrimoniali.

Il marito, infatti, si era rivolto allo sportello animali, il servizio di conciliazione dell'ente, per potere tenere il gatto. E così l'associazione ha convinto i coniugi a trovare un accordo: Febo pertanto rimarrà a casa dell'uomo. La moglie, assistita dai legali Aidaa Lombardia "presenterà la domanda per evitare il pignoramento" del felino e inoltre "si è impegnata a versare 25 euro al mese per il suo mantenimento e a dividere le spese veterinarie".

http://www.ansa.it



Immagine
Se è vero che gli occhi sono lo specchio dell'anima,
la tua è un mare azzurro nel quale navigare all'infinito

Un amico lontano
è a volte più vicino
di qualcuno a portata di mano.
Avatar utente
fiorenzo
Tenente
Tenente
 
Messaggi: 994
Iscritto il: 26 gen 2008
Località: Alessandria

Re: ANIMALI: Cronaca, Ingiustizie, Petizioni.

Messaggiodi Evaluna il 01 giu 2008 23:46

Posso capire e so che l'amore per un piccolo esserino puù diventare cosi totale da stupirsene ma addirittura usare un gatto per farsi una battaglia legale... :shock: :?
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Re: ANIMALI: Cronaca, Ingiustizie, Petizioni.

Messaggiodi Evaluna il 27 giu 2008 15:02

Il pesciolino Nemo è a rischio estinzione. :?

No, non parlo del protagonista del cartone animato ma proprio dell'esemplare ittico che lo ha ispirato. :roll: Pare infatti che dopo la messa in onda del lungometraggio, le richieste del suddetto pesce da parte di privati ( soprattutto genitori che vogliono accontentare le richieste dei figli ) e acquari siano salite alle stelle causando una riduzione degli esemplari vivi pari quasi al 75 %. :shock:

Ora... :roll: ci si domanda... :roll: ma se un figlio, dopo aver visto il Libro della Giungla, chiedesse ai propri genitori una bella pantera nera ?! :shock: 8) :roll:

Gli animali non sono giocattoli... :roll: meglio un peluche. :wink: :wink: :wink:
    Immagine
Avatar utente
Evaluna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 19 lug 2006
Località: Siracusa

Prossimo

Torna a I nostri amici animali e l'ambiente che ci circonda

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Partner
Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno
Chi e' online
Abbiamo un visitatore online

Siracusaweb Chat
Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum
Abbiamo 81 visitatori nel forum
Bacheca saluti
Ultime dal Forum
  bacheca saluti pubblicato da c2v il 21-11-2019
  E\' finita la ricreazione? pubblicato da c2v il 01-11-2019
  Scricciolo\'s Personal Topic pubblicato da c2v il 20-06-2019
  Siracusa città: Parchi e zone di verde attrezzate pubblicato da Sabatino il 29-10-2018
  p pubblicato da c2v il 21-10-2018