Home arrow Forum

Approfondimento: Ristrutturazione Teatro Comunale

Notizie, curiosità, aggiornamenti, indiscrezioni, su tutto ciò che accade nella nostra provincia

Moderatori: archimede, Evaluna, acid

Regole del forum
Notizie, curiosità, aggiornamenti, indiscrezioni, su tutto ciò che accade nella nostra provincia

Si raccomanda di leggere e rispettare il regolamento ufficiale del forum

Approfondimento: Ristrutturazione Teatro Comunale

Messaggiodi Carman il 27 feb 2008 16:25

STORIA

La costruzione del Teatro Massimo Comunale di Siracusa ebbe inizio nel marzo del 1872 su un’area
che, a causa delle grandi trasformazioni trecentesche e quattrocentesche del tessuto urbanistico di Ortigia, vide sorgere alcuni dei più imponenti palazzi nobiliari e complessi
monastici della diocesi, che andarono in rovina in seguito al terremoto del 1693. La scelta di tale luogo
sacro si riallaccia alla scuola di pensiero che vedeva la costruzione di edifici teatrali sui resti di chiese e monasteri, oltre che nell’affermarsi dei contenuti della Rivoluzione francese che vedeva il teatro come mezzo e luogo di diffusione delle nuove idee.
Il progetto dell’architetto veneziano Antonio Breda, capitano del Genio Militare, venne prescelto e approvato
dal consiglio Comunale nel novembre 1871. L’edificazione fu avviata rapidamente con il riutilizzo dei materiali
di risulta delle chiese dell’Annunziata, di S. Andrea, di S. Giacomo Apostolo e del monastero Teatino. Nel
1875 il Municipio ebbe a lamentarsi della cattiva qualità della costruzione e della carenza di alcune sue parti murarie e strutturali, al punto che - nel 1887- l’incarico per il completamento venne affidato all’ingegnere palermitano Giuseppe Damiani Almeyda. Questi intervenne drasticamente anche su alcune parti dell’opera architettonica: il pronao originale fu demolito per fare posto a un nuovo pronao a cinque archi con piano rotabile (con passaggio al vestibolo e ai corpi laterali); la stessa facciata angolare dei due prospetti venne modificata tramite l’introduzione di un terzo elemento architettonico in stile classico posto ad angolo di 45° coronato da un timpano recante un’aquila dalle ali spiegate, antico simbolo della città. I lavori vennero completati nel maggio 1897, data della definitiva inaugurazione. L’architettura teatrale dell’Almeyda -così come nel caso del Politeama Garibaldi di Palermo e del Comunale di Siracusa- testimonia il gusto per le architetture neoclassiche e neorinascimentali introdotte nell’isola, con chiari riferimenti ai motivi ornamentali di stucco policromo, l’uso di colonne nel pronao e di decorazioni bucoliche e festoni di tipo pompeiano. Il Teatro rimase attivo sino a tutti gli anni ‘50, per essere chiuso allo scopo di eseguire lavori di riparazione delle coperture e da allora mai più riaperto. Nel frattempo il teatro è stato sottoposto dall’Amministrazione comunale a tre interventi di parziale recupero delle opere
di decoro artistico e di miglioramento antisismico.

Immagine

Immagine

INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE

a) Torre scenica:

Verrà ricostruita la macchina scenica tramite un’intera struttura autoportante in acciaio, i cui montanti si dipartiranno da scatolari in calcestruzzo armato, nei quali troveranno ubicazione la cabina elettrica, la cabina
di trasformazione, il gruppo elettrogeno, la sala pompe, la riserva idrica e, lateralmente, due depositi.


b) Ala sinistra:

Si realizzerà un varco, a livello stradale, sufficiente al passaggio delle scene, adeguando il teatro agli attuali indirizzi di utilizzo verso produzioni esterne: per la loro movimentazione interna, verranno demoliti i solai dei primi due livelli, inserendo, in loro vece, una piattaforma mobile che consentirà il travaso delle scene direttamente a livello del palcoscenico.
A piano terra si libererà il volume retrostante attualmente occupato da materiale di riempimento, così come riscontrato da un saggio condotto a livello superiore: il locale che se ne ricaverà potrà essere utilizzato come deposito delle scene direttamente immesse in esso dalla strada. Nella stessa ala, infine, sarà inserito un ascensore montacarichi, al servizio del personale interno da piano terra a quota graticcia. Gli ambienti ricavati nell’ala, da considerare a tutti gli effetti a sei elevazioni fuori terra, saranno destinati
nelle prime tre elevazioni per la movimentazione delle scene, nella quarta per camerini, completi di
servizi igienici, nella quinta, a livello loggione, per due sale prove e nella sesta per laboratorio sartoria.


c) Ala destra:

Essa si può scindere in due parti, la prima immediatamente a ridosso della torre scenica, la seconda inglobata nella struttura prospiciente la Via Roma, sede, sino ad un ventennio fa, dell'Ufficio Tecnico Comunale.
Verrà ripristino l’accesso ai corridoi laterali della torre scenica. Immediatamente prossimo
alla sala controllo sarà il presidio dei Vigili del Fuoco, con, a seguire e sempre nell’ala di via Roma, due
ambienti destinati ad uffici amministrativi e dei nuovi servizi igienici. L’ala confinante con la torre
scenica, che si sviluppa come l’altra contrapposta in sei elevazioni fuori terra, vedrà, come destinazioni,
al piano terra il locale per la sala quadri e l’allocazione delle batterie-tampone, alla seconda, terza e quarta
elevazione camerini con i rispettivi servizi igienici; la quinta elevazione è parzialmente edificata, con lo sbarco dell’ascensore inserito a servizio della zona.

d) Platea e palchi:

Allo stato attuale la platea è priva di ogni elemento di arredo, compresa la pavimentazione. Una forte limitazione al sistema di prevenzione incendi è costituita dalle porte che sorgono lungo il suo perimetro e che
consentono la rapida evacuazione degli spettatori in caso d’emergenza: esse sono infatti di altezza inferiore
a quanto richiesto dalle norme e saranno portate fino all’altezza di due metri.
Verrà ricostruita la scala d’accesso ai palchi a sinistra della sala. Nel contempo verrà realizzata una
scala di sicurezza, a prova di fumo. Inoltre, lo stesso corpo scala verrà prolungato sino al livello
corrispondente al loggione, consentendone così l’evacuazione in entrambe le direzioni in tutta sicurezza.


e) Servizi:

A piano terra, a destra dell’androne d’ingresso, verranno ripristinati il bar e la sala da thè, con possibilità
d’accesso direttamente da via del Teatro; a sinistra dell’androne saranno viceversa ubicati la biglietteria, il
guardaroba e, sempre con accesso diretto sulla via del Teatro, un deposito; inoltre, si conseguirà l’abbattimento delle barriere architettoniche. In corrispondenza della seconda fila di palchi si ripristinerà il Foyer. All’estrema sinistra troverà ubicazione una sala prove e tra i due ambienti si inseriranno dei nuovi servizi igienici: verranno rifatti i controsoffitti originariamente in incannucciato ed oggi quasi interamente crollati; verranno altresì ripristinate le travi in legno, in precarie condizioni, dei solai della
medesima zona. Nella zona di sinistra, attualmente anch’essa priva di solai di collegamento,
verranno realizzati solai, posti ad un livello inferiore rispetto a quello soprastante il foyer.
Compartimentati, tali ambienti saranno destinati a sala prove e a deposito costumi.
Al piano scenografia, lungo il corridoio del loggione, verrà anche qui inserito un solaio che consentirà la
realizzazione di un ambiente idoneo all’ubicazione delle macchine di trattamento aria destinate alla
sala ed ai palchi. Gli ambienti relativi al suddetto solaio saranno utilizzati come ulteriore sala prova.
L’intervento sopra descritto completerà il consolidamento strutturale dell’intera fabbrica, realizzando nel
contempo tutti i collegamenti verticali ed orizzontali. Inoltre, ad ogni via di fuga sarà sempre data un’alternativa, aprendo collegamenti allo stato attuale insufficienti od inesistenti.

Immagine

Immagine

Fine Lavori prevista : Dicembre 2009

Fonte
- http://www.centrorestauro.sicilia.it
- Comune di Siracusa
Avatar utente
Carman
Guardiamarina
Guardiamarina
 
Messaggi: 528
Iscritto il: 30 apr 2007

Torna a Accade a Siracusa...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Partner
Rodante Bricolegno

Rodante Bricolegno
Chi e' online
Abbiamo un visitatore online

Siracusaweb Chat
Nessun utente in chat

Siracusaweb Forum
Abbiamo 14 visitatori nel forum
Bacheca saluti
Ultime dal Forum
  E\' finita la ricreazione? pubblicato da acid il 14-10-2019
  Scricciolo\'s Personal Topic pubblicato da c2v il 20-06-2019
  Siracusa città: Parchi e zone di verde attrezzate pubblicato da Sabatino il 29-10-2018
  p pubblicato da c2v il 21-10-2018
  La Compagnia pubblicato da c2v il 21-10-2018